Attualità

Affitti, a Caserta non piace la cedolare secca: solo 4 inquilini su 10 la scelgono

Caserta - A Caserta, dove le abitazioni sono 30.783 (quasi il 2% in più rispetto a quelle rilevate dal censimento 2001), il 38% di chi vive in affitto ha optato per la cedolare secca, mentre il restante 62% ha ritenuto più conveniente la...

A Caserta, dove le abitazioni sono 30.783 (quasi il 2% in più rispetto a quelle rilevate dal censimento 2001), il 38% di chi vive in affitto ha optato per la cedolare secca, mentre il restante 62% ha ritenuto più conveniente la tassazione classica. I canoni di locazione di una casa ammobiliata sono pressappoco uguali a quelli di un appartamento vuoto, ma gli inquilini preferiscono comunque gli immobili con arredamento, se non proprio nuovo, quantomeno moderno. A tracciare uno scenario sul mercato degli affitti a Caserta è Solo Affitti, il franchising immobiliare leader in Italia nella locazione con 350 agenzie (40 in Spagna), presente in città con due agenzie. In città circa 3 inquilini su 10 sono single o divorziati mentre un altro 30% è costituito da coppie giovani e coppie anziane. Le prime scelgono l'affitto perché non hanno potuto acquistare casa per le avverse condizioni del mercato dei mutui, le seconde, per contenere le spese, scelgono di andare a vivere in appartamenti più piccoli, soprattutto dopo che i figli si sono sposati o sono andati a vivere altrove. La restante quota di conduttori (40%) è rappresentata da famiglie.
"Il taglio maggiormente richiesto a Caserta - commenta Sara Femiano, titolare dell'agenzia Solo Affitti di via Colombo - è il trilocale composto da due camere da letto e soggiorno con angolo cottura, o cucina a vista. La maggior parte degli inquilini richiede la presenza di due bagni e la disponibilità di balconi, seppure di piccola dimensione. Il canone per un immobile di questo genere in centro città è di circa 500 euro, mentre in periferia, dove si possono raggiungere anche i 100 metri quadrati, è di circa 450 euro. Per un bilocale in zona centrale - prosegue Femiano - si possono pagare anche 400 euro mentre per un quadrilocale il prezzo non è inferiore ai 550 euro; gli stessi appartamenti in zona periferica possono costare anche 50 euro al mese in meno".

I posti auto, o meglio ancora i garage, sono sempre richiesti di chi cerca casa in affitto a Caserta, anche se la loro disponibilità è limitata. Soprattutto in centro, infatti, i proprietari tendono a non locarli per poter parcheggiare agevolmente le proprie auto.
"L'introduzione dell'IMU - conclude Femiano - ha spinto i proprietari ad affittare le seconde case per trarne un reddito. Tuttavia i locatori non dimostrano un'adeguata conoscenza delle condizioni del mercato: in fase di prima proposta, infatti, tendono a richiedere dei prezzi che potevano essere 'idonei' un paio di anni fa e che oggi possono risultare più elevati anche di 150 euro mensili rispetto alle medie di mercato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitti, a Caserta non piace la cedolare secca: solo 4 inquilini su 10 la scelgono

CasertaNews è in caricamento