Attualità

Coasca su trasferimento Tribunale

Caserta - Il Consiglio direttivo del Coasca, nella riunione straordinaria svoltasi il 24 luglio 2013 presso il Circolo Nazionale, in piazza Dante Caserta, avente all'ordine del giorno la soppressione della sezione distaccata di Caserta ed il...

Il Consiglio direttivo del Coasca, nella riunione straordinaria svoltasi il 24 luglio 2013 presso il Circolo Nazionale, in piazza Dante Caserta, avente all'ordine del giorno la soppressione della sezione distaccata di Caserta ed il relativo trasferimento al Tribunale di S. Maria C. V., presente anche l'avv. Gary Goglia, invitato per l'occasione ad offrire il proprio parere, ha discusso ed esaminato la questione inerente l'utilizzo dell'immobile ubicato in Caserta, attuale sede della sezione distaccata.

Partendo dal presupposto che il Ministero della Giustizia aveva da tempo segnalato a tutti i capi degli uffici giudiziari (Presidenti dei Tribunali) di "procedere ad un'accurata analisi degli spazi disponibili", di "attivare un'interlocuzione con il Comune accorpante" (nel caso specifico: S.Maria C. V.) "al fine di assicurare idonee soluzioni logistiche senza trascurare ogni opportuno collegamento con gli altri enti locali" (Comuni delle sedi soppresse), di "utilizzare altri immobili sedi degli uffici soppressi", di "attivare l'Agenzia del Demanio territorialmente competente al fine di individuare adeguati locali demaniali nello stesso Comune ove ha sede l'ufficio accorpante", si è osservato come nel Comune di S. Maria C. V. non sono stati individuati immobili idonei ad ospitare tutti gli uffici giudiziari da accorpare nella città del foro. Dal prossimo 13 settembre le sezioni distaccate attualmente ubicate nei Comuni di Carinola, Marcianise, Piedimonte Matese, dovrebbero essere accorpate al Tribunale di S. Maria C. V.
Considerato che la scelta del luogo ove ospitare gli uffici del Tribunale deve ricadere su un immobile pubblico, i componenti del Consiglio Direttivo del Coasca hanno elaborato alcune ipotesi, in virtù delle quali Caserta, pur perdendo la sua precedente individualità quale sezione distaccata, potrebbe continuare ad utilizzare l'immobile sito in via Graefer (di proprietà demaniale) come un'articolazione (dignitosa) dell'ufficio accorpante. La sede di Caserta offre tutti i requisiti richiesti dalle procedure ministeriali: immobile di recente costruzione, una vasta area di parcheggio, collegamenti autostradali, tramite variante Anas, con i caselli di Caserta Nord e Caserta Sud, collegamenti ferroviari con Napoli, Roma e Salerno, ottime ricettazione e ristorazione. Pertanto, al termine di un'ampia ed approfondita discussione, sono state elaborate le seguenti tre proposte:1) trasferimento nella sede di Caserta dell'intera sezione lavoro e previdenza, attualmente ubicata in S. Maria C. V. alla via Santagata in un edificio realizzato per civili abitazioni, per il quale si versa un canone di locazione;2) trasferimento nella sede di Caserta degli uffici giudiziari da sopprimere quali le sezioni distaccate di Carinola, Marcianise e Piedimonte Matese;in estremo subordine:3) trasferimento nella sede di Caserta di tutti gli Uffici dei Giudici di Pace, ubicati nel circondario casertano (quello di Caserta è ubicato attualmente in località San Benedetto presso un edificio di proprietà privata, per il quale viene erogato il canone di locazione).Il presente documento, approvato all'unanimità da tutti i presenti alla riunione, viene trasmesso alle Istituzioni locali, al Presidente del Tribunale di S. Maria C., al Procuratore della Repubblica, agli organi d'informazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coasca su trasferimento Tribunale

CasertaNews è in caricamento