Attualità

Restaurato un quarto della villa Santa Maria delle Grazie

San Nicola la Strada - Grazie all'opera del Gruppo Comunale Volontari della Protezione Civile di San Nicola si incomincia a recuperare ad una certa dignità il verde pubblico sannicolese, deturpato in questo ultimo periodo dalla noncuranza...

Grazie all'opera del Gruppo Comunale Volontari della Protezione Civile di San Nicola si incomincia a recuperare ad una certa dignità il verde pubblico sannicolese, deturpato in questo ultimo periodo dalla noncuranza pubblica e privata. Un quarto della villa Santa Maria delle Grazie è stata adottata dai volontari della protezione civile ed in pochissimo tempo le cure apportate da questi preziosi ragazzi hanno dato il loro effetto tanto da rendere stridente la differenza con i restanti tre quarti della villa. Bisogna però a questo punto dare atto all'amministrazione comunale di aver ripristinato la fontana dei delfini che domina con le sue quattro bocche il centro del giardino pubblico. E' un sassolino nel gran mare del degrado dei nostri monumenti più belli e del patrimonio di verde cittadino, ma prendiamolo come un inizio, come un'inversione di tendenza caratterizzata da un maggior interesse per la bellezza della nostra cittadina. Certamente lo sforzo profuso da Ciro De Maio e dai suoi baldi volontari è una sfida a tutto il resto del paese per cercare di riprendere i nostri spazi comuni e renderli accoglienti, curati e sicuri per tutti i cittadini. Anche se le casse comunali languono sempre di più c'è la "provvidenza" che aiuta i volontari per le spese minime della manutenzione e per tutte le varie incombenze connesse alla gestione anche di iniziative come quella di "R?Estate in salute" illustrata con un opuscolo diffuso gratuitamente in villa in occasione di una simpatica cocomerata pro anziani avvenuta in questi giorni. Certamente con l'afa esagerata di questo agosto 2013 un'oasi di freschezza munita di nebulizzatori è certamente una panacea per bambini ed anziani e tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro silenzioso di adulti e ragazzi che trascorrono le loro ferie in villa, anziché a mare o in luoghi di villeggiatura, lavorando sodo a raccogliere foglie, a potare alberi, a governare anatre , galline ed uccelli a tenere puliti vialetti ed aiuole. Certamente è un esempio di civiltà degno del massimo rispetto e degno di emulazione da parte di tutti. Anzi, dal momento che mancano soldi pubblici, sarebbe opportuno trovare sponsor per questa iniziativa o concorrere personalmente adottando qualche area degradata per renderla gradevole alla collettività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restaurato un quarto della villa Santa Maria delle Grazie

CasertaNews è in caricamento