Tutto pronto per l'inaugurazione della casa dell'acqua a kilometro zero

L'erogatore verrà installato in via della Libertà

Ubicata in via della Libertà, nei pressi del Parco Rodari, alla presenza del sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana, del parroco don D’Alia delle istituzioni scolastiche e di tanti cittadini, lunedì 6 novembre alle ore 10 ci sarà l’inaugurazione dell’erogatore di acqua a km 0.

Per soli 4 centesimi al litro si può acquistare acqua refrigerata “alla spina” naturale o gassata e i cittadini avranno la garanzia di bere acqua controllata e certificata a basso costo.

Risparmio, qualità e vantaggio per l’ambiente sono i tre punti cardine intorno ai quali ruota la nuova Casa dell’Acqua di Sant’Arpino. Negli ultimi anni è aumentata notevolmente la produzione di bottiglie di plastica con conseguenze negative per l’ambiente ed avere la possibilità di acquistare acqua ‘alla spina’ significa poter sfruttare i propri contenitori contribuendo così alla riduzione sostanziale degli stessi e, contemporaneamente, assicurarsi un prodotto di qualità costantemente controllato. 

Nel corso dell’inaugurazione saranno distribuite gratuitamente le tessere ed i cestelli porta bottiglie. Appuntamento a lunedì, dunque, a lunedì 6 novembre alle ore 10.00. Obiettivo del progetto è la prevenzione e la riduzione dei rifiuti urbani nel nostro territorio. Le bottiglie di plastica, infatti, incidono in maniera considerevole sull’incremento della produzione di rifiuti. Cambiare le abitudini riducendo l’acquisto di acqua confezionata a favore di un maggior consumo di acqua sfusa, può rappresentare molto per il nostro ambiente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento