Terra dei fuochi, i cittadino potranno diventare "sentinelle del territorio" segnalando i roghi tossici con una App

Aversa - Una "app" per segnalare all'autorità giudiziaria e alle istituzioni i roghi di rifiuti e altri illeciti ambientali nella Terra dei Fuochi. Il nuovo strumento, scaricabile su qualunque smartphone, è stato reso operativo dall'intesa - la...

app antincendio terra dei fuochi

Una "app" per segnalare all'autorità giudiziaria e alle istituzioni i roghi di rifiuti e altri illeciti ambientali nella Terra dei Fuochi. Il nuovo strumento, scaricabile su qualunque smartphone, è stato reso operativo dall'intesa - la prima di questo genere in Campania - firmata dall'Incaricato del Governo per il fenomeno dei roghi tossici Donato Cafagna e da Francesco Greco, capo della Procura della Repubblica di Napoli Nord, che ha sede ad Aversa (Caserta) e ha una circoscrizione che comprende decine di comuni delle province di Napoli e Caserta. L'iniziativa, hanno sottolineato Cafagna e Greco, si rivolge soprattutto ai cittadini, e ai più giovani in particolare, chiamati ad essere "sentinelle del territorio", e a segnalare con l'app ogni possibile reato ambientale, dai roghi all'abbandono di rifiuti, mediante "immagini georeferenziate o informazioni documentate".

Al fine di facilitare la gestione delle segnalazioni da parte dei cittadini e la tempestività degli interventi, SMA Campania garantisce un canale per le segnalazioni da parte dei cittadini mediante specifica APP, già disponibile per tutti i dispositivi Android e iOS. Al fine di supportare le attività degli Osservatori Civici e di integrare le stesse nell’ambito del sistema integrato di monitoraggio ambientale, SMA Campania garantisce un canale per le segnalazioni da parte degli Osservatori Civici mediante specifica APP disponibile per tutti i dispositivi Android e iOS. Al fine di facilitare la partecipazione dei cittadini al complesso sistema di monitoraggio, tra i prodotti/servizi del Decision Support System di SMA Campania sono ricompresi i Layout dedicati alla partecipazione dei cittadini.

L’Osservatore Civico è un cittadino iscritto all’albo europeo COHEIRS che ha compiti di segnalazione, di formazione, oltre che di proposta di risoluzione delle criticità ambientali e si adopera per l’attivazione delle consulte ambientali comunali (art. 2 del Protocollo operativo per l’attività degli osservatori civici COHEIRS – Napoli, 6 novembre 2014). Chi può diventare Osservatore Civico? Qualsiasi cittadino italiano maggiorenne che: Sia iscritto a uno dei soggetti aderenti alla Federazione Nazionale COHEIRS. Abbia maturato un’ottima conoscenza del proprio territorio e delle problematiche ambientali e sanitarie ivi presenti, oltre che una comprovata esperienza di impegno civico in iniziative di cittadinanza attiva e in materia ambientale e/o sanitaria. Non abbia riportato condanne penali e non abbia pendenze penali per reati contro la pubblica amministrazione e contro il patrimonio ambientale e paesaggistico, nonché per reati di natura associativa.

Tutte le info: https://cambialatuaterra.it/

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento