Ambiente Via Ponteselice

Biodigestore, il Comune di Caserta va avanti. Ecco il nuovo atto

Approvato il quadro economico per beneficiare del finanziamento da 26 milioni per l'impianto

Approvato il quadro economico per la realizzazione di un biodigestore a Caserta. E' stato il dirigente del settore Ecologia Marcello Iovino a redigere la determina con la quale è stato approvato il documento, come richiesto dalla Regione, per poter beneficiare del finanziamento da circa 26 milioni e mezzo messo sul piatto da Palazzo Santa Lucia.

All'interno del provvedimento oltre al rendiconto finanziario dell'opera da realizzare è ricordato lo studio di fattibilità della società Athena con il quale erano state individuate come aree per la localizzazione dell'impianto per il trattamento della frazione organica dei rifiuti o località Ponteselice, nei pressi dei comuni di Recale e San Nicola la Strada, oppure Gradilli.

Ipotesi che per l'una e per l'altra avevano portato i comuni vicini al biodigestore ad una levata di scudi. Nelle scorse settimane i comuni di Recale, San Nicola la Strada, Casagiove e Capodrise avevano ribadito, all'esito di un'assemblea intercomunale, il loro secco "no" alla realizzazione. Per quanto concerne Gradilli, invece, nel corso dell'estate era esplosa la protesta dei cittadini che aveva portato ad un'interrogazione presentata al senato dalla senatrice Vilma Moronese. Insomma il finanziamento c'è, ma il biodigestore, a quanto pare, nessuno è disposto ad averlo vicino casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore, il Comune di Caserta va avanti. Ecco il nuovo atto

CasertaNews è in caricamento