menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20101209060235_Pertini

20101209060235_Pertini

Rifiuti abbandonati in Via Pertini. La rabbia dei residenti

San Marco Evangelista - Via Pertini, già Via Centimolo, meglio conosciuta dai sammarchesi come Via Sapienza, è quell'arteria stradale che, dall'incrocio semaforico di Capodrise, sul Viale Carlo III^, arriva sino a Maddaloni e consente di bypassare...

Via Pertini, già Via Centimolo, meglio conosciuta dai sammarchesi come Via Sapienza, è quell'arteria stradale che, dall'incrocio semaforico di Capodrise, sul Viale Carlo III^, arriva sino a Maddaloni e consente di bypassare il centro storico di San Nicola La Strada e di San Marco Evangelista. Il lato con la numerazione pari è di pertinenza del comune sannicolese, mentre quella con numerazione dispari è di proprietà dell'amministrazione comunale sammarchese. Essendo assolutamente priva di illuminazione pubblica, Via Pertini di sera diventa il luogo ideale dove cittadini senza scrupoli che non si possono definire civili, sversano di tutto, approfittando dell'oscurità. E la discarica abusiva a cielo aperto si trova proprio sul lato di pertinenza del comune di San Marco, attualmente gestito dal Commissario prefettizio, dopo il noto tradimento di cinque ex consiglieri comunale della maggioranza. Nella discarica, che ironia della sorte, o forse è stato fatto apposta, in dispregio a qualsiasi appello al rispetto della legge e del vivere civile, è sorta proprio ai piedi di un cartello che indica il divieto di abbandono dei rifiuti, si può trovare di tutto. Eppure l'arteria stradale è percorsa quotidianamente da migliaia di auto e camion da e per Maddaloni e nessuno nota nulla, neppure l'azienda di materiale edile che si trova proprio di fronte alla discarica. Chiamare immediatamente il comando di Polizia Municipale di San Marco Evangelista non è delazione, ma semplicemente un atto di grande civiltà nei confronti prima di noi stessi e poi nei confronti di chi, fregandosene di tutto e di tutti, inquina l'ambiente in cui noi tutti viviamo. Nell'area interessata dallo sversamento abusivo, si è creato un fronte lungo circa quindici metri di rifiuti dove sono stati lasciati pneumatici di auto, materassi, frigoriferi, arredi bagno, casalinghi e quant'altro. Le condizioni igienico sanitarie della zona sono insalubri e dannose: numerosi sacchi di spazzatura sono gettati ai margini della strada, materiale plastico. Incuranti delle conseguenze che l'abbandono di materiale di qualsiasi tipo (peraltro punito dalla legge) può avere sulla salute pubblica, sull'inquinamento ambientale, ignoti che definire delinquenti è dir poco, continuano a sversare indisturbati senza alcun timore di essere scoperti. In questo hanno gioco facile visto l'esiguo numero di agenti della Polizia Municipale di San Marco che non riescono a svolgere l'enorme mole di lavoro quotidiano. La Campania, oltre a vivere quotidianamente l'emergenza rifiuti sin dal 1994, ha sopportato negli anni una pesante situazione di degrado ambientale, soprattutto per lo sversamento illegale di rifiuti speciali molto pericolosi per la salute umana. Dunque, il Commissario prefettizio faccia subito intervenire gli specialisti, visti anche i buoni uffici che gode presso il Palazzo di Governo di Caserta, affinché il sito abusivo presente in Via Pertini venga definitivamente bonificato. La criminale abitudine di gettare ogni sorta di rifiuti ad ogni angolo del paese, fra l'altro, comporta anche un dispendio di risorse economiche, che, in definitiva, sono della collettività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento