menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campi flegrei, incontro su progetto trivellazioni Ingv al dipartimento della protezione civile

Napoli - Una relazione tecnica, supportata dalle analisi e dai pareri dei rappresentanti delle università e dei centri di ricerca sia italiani che esteri coinvolti nel "Campi Flegrei Deep Drilling Project", come ulteriore elemento di conoscenza...

Una relazione tecnica, supportata dalle analisi e dai pareri dei rappresentanti delle università e dei centri di ricerca sia italiani che esteri coinvolti nel "Campi Flegrei Deep Drilling Project", come ulteriore elemento di conoscenza delle attività di trivellazione nella zona dei campi flegrei programmata dai ricercatori dell'INGV - Osservatorio Vesuviano. È quanto è stato richiesto, anche in relazione al dibattito che si è aperto sulla sicurezza delle operazioni di trivellazione previste dal progetto, per completare il quadro informativo sugli studi e sulle attività che l'INGV ha in programma nella zona dei campi flegrei.
La relazione rappresenta un ulteriore fondamentale e definitivo passaggio, dopo la riunione indetta e presieduta questa mattina a Roma dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, cui hanno preso parte, tra gli altri, l'Assessore alla Protezione Civile della Regione Campania, Edoardo Cosenza, rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e del Comune di Napoli, e il Direttore dell'Osservatorio Vesuviano, Marcello Martini.

Nel corso dell'incontro, i ricercatori dell'INGV hanno fornito un'approfondita illustrazione del progetto, dei suoi obiettivi e delle tecniche di trivellazione previste per lo scavo fino a 500 metri di profondità, oltre che un quadro dell'attuale contesto ambientale in cui dovrebbero essere realizzate le attività nonchè un'accurata ricostruzione delle perforazioni già effettuate in passato nella zona dei campi flegrei.
Il Dipartimento della Protezione Civile, come è stato evidenziato nel corso dell'incontro, non è direttamente coinvolto nell'iter autorizzativo del progetto ma si è attivato convocando la riunione finalizzata ad acquisire un quadro più completo del progetto e delle analoghe attività portate avanti in passato in altre aree del mondo. Nel corso della riunione è comunque emerso che la società pubblica Bagnoli Futura, che è titolare dell'area interessata e di cui il Comune di Napoli detiene la maggioranza, ha già sottoscritto un accordo che autorizza le attività relative al "Campi Flegrei Deep Drilling Project".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento