menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100615081527_NATALIZIO_ACHILLE

20100615081527_NATALIZIO_ACHILLE

Dossier Legambinete su incendi, Natalizio: 'Non abbassare la guardia'

Caserta - Il dossier di Legambiente, elaborato sui dati del Dipartimento della Protezione civile,ci dice che in Italia il fenomeno degli incendi boschivi è ancora un problema enorme ecomplesso; ciò è quanto afferma il Presidente della S.M.A...

Il dossier di Legambiente, elaborato sui dati del Dipartimento della Protezione civile,ci dice che in Italia il fenomeno degli incendi boschivi è ancora un problema enorme ecomplesso; ciò è quanto afferma il Presidente della S.M.A. Campania Achille Natalizio.
Ne esce, però, da tale rapporto, una fotografia con ombre e luci. Quindi, è necessarioche lo Stato, le regioni, le province, i comuni e le comunità montane trovino, da un lato,con ulteriori sforzi, intesa e sinergia di intervento nel contrastare il fuoco e dall'altrolato, invece, investano maggiori risorse economiche che permettano di dare rispostepreventive.
Inoltre - continua il manager dell'azienda - al Sud, rispetto al Centro - Nord, il fuoconei boschi, da come si evince attraverso la lettura dei dati, è maggiore non solo per lecondizioni climatiche più ostiche, ma anche perché vi è una forte presenza della criminalitàorganizzata, che distrugge le aree boschive, la quale va combattuta con sempre maggioreenergia e fermezza.
Tuttavia, desidero citare e paragonare alcune cifre elaborate dai tecnici dell'azienda cheho l'onore di condurre da alcuni anni e che sono emblematiche. Ad esempio dal 1991al 2001, periodo ante SMA Campania, la superficie andata a fuoco espressa in ettariè pari a 3,68. Mentre, dal 2002 al 2009 il dato, che è di 1,85, scende al di sotto anchedelle nostre aspettative. E' evidente che il contributo di SMA Campania, insieme al Corpoforestale dello Stato, Vigili del fuoco, Protezione civile, Comunità montane, associazioni divolontariato, è fondamentale.

Per quanto riguarda la Campania, pur nelle decisive difficoltà di agibilità e consideratol'aumento degli incendi negli ultimi anni, possiamo ribadire, però, che vi è unadiminuzione, dal 41% del 2008 al 38% del 2009, dei Comuni nei quali si sono verificatigli incendi. Infatti, in riferimento al nostro lavoro capillare presente sul territorio, vi è unapressante attività di monitoraggio e controllo da parte dei nostri lavoratori ed una sinergicacollaborazione con le altre strutture che operano in tale settore.
In ultimo, - ancora - dalla classifica di Legambiente dei Comuni virtuosi contro gliincendi, che hanno ricevuto la "bandiera bosco sicuro", si nota che quelli col massimodel punteggio sono soprattutto campani. Per tutti noi - chiosa - è motivo di assolutasoddisfazione - e immediatamente aggiunge - ma sicuramente non per questo intendiamoabbassare il nostro livello di guardia o modificare il nostro ostinato obiettivo che è quellodel costante miglioramento dell'efficienza aziendale e del sistema di cui siamo parteintegrante come si evince, tra l'altro, anche dal nuovo piano regionale contro gli incendiapprovato dalla giunta il 22 luglio scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento