menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100708060124_lagni_regi

20100708060124_lagni_regi

Stato dell'arte sul risanamento dei Regi Lagni, convegno in Provincia

Caserta - Si è tenuto stamani, presso la Sala Consiliare della Provincia di Caserta in corso Trieste, un incontrodal titolo "Il risanamento e la riqualificazione dei Regi Lagni – Lo stato dell'arte", nel corso delquale si è discusso di tutte le...

Si è tenuto stamani, presso la Sala Consiliare della Provincia di Caserta in corso Trieste, un incontrodal titolo "Il risanamento e la riqualificazione dei Regi Lagni - Lo stato dell'arte", nel corso delquale si è discusso di tutte le iniziative necessarie a realizzare questa importante opera di bonifica,che rappresenta uno dei principali obiettivi della Provincia di Caserta e della Regione Campania.All'incontro erano presenti il Presidente della Provincia di Caserta, On. Domenico Zinzi, il direttoredell'Arpac e Commissario del Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, Alfonso DeNardo, e l'architetto tedesco Andreas Kipar, capofila del gruppo di progettazione per il risanamentoambientale e la valorizzazione dei Regi Lagni. Presenti molti sindaci dei comuni interessatidirettamente dal progetto di risanamento e riqualificazione dei Regi Lagni, alcuni assessori econsiglieri provinciali. L'incontro è stato organizzato dalla Provincia di Caserta in collaborazionecon il Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, Ente pubblico identificato dallaRegione come soggetto attuatore degli interventi di riqualificazione dei Regi Lagni. La Provincia diCaserta assume un ruolo di primo piano nell'attività di coordinamento delle attività pubbliche, diraccordo con gli interessi della società civile, di catalizzatore di nuove sinergie. "I Regi Lagni - haspiegato il Presidente della Provincia di Caserta, On. Domenico Zinzi - costituiscono una delleprincipali fonti d'inquinamento in Provincia di Caserta, specie per quel che riguarda il Litoraledomizio. L'obiettivo principale resta quello della bonifica e della riqualificazione del territorio,senza i quali non ci può essere un reale sviluppo. Nella nostra Provincia scontiamo ancora dei graviritardi. Basti pensare - ha aggiunto Zinzi - che dobbiamo ancora completare il famoso ProgettoPS3, che prevedeva la realizzazione, fra l'altro, dei collettori fognari. Un progetto, questo, iniziatooltre trenta anni fa e mai ultimato. La riqualificazione e il risanamento dei Regi Lagni devonoavvenire in tempi brevi, superando le lungaggini che troppo spesso hanno caratterizzato l'attivitàdelle amministrazioni pubbliche". Per il Commissario del Consorzio di Bonifica del BacinoInferiore del Volturno, Alfonso De Nardo, "in una realtà così compromessa come la nostra èimpensabile che la questione dell'inquinamento ambientale venga risolta da un'unicaamministrazione. Un intervento efficace in tal senso può avvenire solo attraverso una collaborazionevirtuosa tra diversi attori istituzionali, coinvolgendo, poi, anche i privati e garantendo la legalità.Sono molto confortato - ha aggiunto - dalle parole del Presidente Zinzi. Sono convinto che, se cisarà la collaborazione auspicata, l'operazione di riqualificazione dei Regi Lagni potrà avvenire intempi relativamente brevi". L'architetto Andreas Kipar, capofila del gruppo di progettazione per ilrisanamento e la riqualificazione dei Regi Lagni, ha illustrato il progetto nei dettagli. "Non servono -ha spiegato Kipar - i megaprogetti, che sono ormai un ricordo degli anni '80, ma centinaia diprogetti, che devono essere gestiti da Province, Comuni e privati. Bisogna avere il coraggio e lacreatività per realizzare iniziative così importanti, capaci di avviare processi di trasformazione delterritorio, così come è avvenuto nel bacino della Ruhr in Germania".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento