menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100531063054_contenitore

20100531063054_contenitore

Cruna si mobilit per la raccolta degli oli esausti

Recale - "Olio, sei fritto!". È questo il titolo della nuova campagna di sensibilizzazione sulla raccolta degli oli vegetali da cucina esausti promossa, a Recale, dall'associazione "Cruna". "Dopo una bella frittura fatta in casa, che ne facciamo...

"Olio, sei fritto!". È questo il titolo della nuova campagna di sensibilizzazione sulla raccolta degli oli vegetali da cucina esausti promossa, a Recale, dall'associazione "Cruna". "Dopo una bella frittura fatta in casa, che ne facciamo dell'olio?", si domanda, provocatoriamente, Vincenzo De Angelis, portavoce degli ambientalisti. "Giù nel lavandino?", naturalmente! "In questo modo, però - avverte De Angelis -, procuriamo un doppio danno: uno economico, perché l'olio intasa i nostri scarichi e danneggia il sistema fognario; e uno ambientale, perché l'olio disperso nel terreno impedisce la crescita delle piante, mentre se finisce nelle acque ne ostacola l'ossigenazione e le inquina irrimediabilmente". È stato calcolato che un solo litro di olio renda non potabile quasi un milione di litri d'acqua, la quantità che una persona consuma in 14 anni. La raccolta differenziata degli oli da cucina elimina qualsiasi danno ai nostri scarichi e permette di riciclare l'olio per ottenere, ad esempio, lubrificanti rigenerati. "Dopo tanti solleciti di Cruna - rivela De Angelis -, il comune di Recale ha finalmente attivato il servizio di differenziazione dell'olio da cucina; il problema è che nessuno lo sa. Nel cortile del Municipio è presente da mesi il contenitore, nel quale è possibile sversare l'olio usato. Cruna invita i cittadini a sfruttare questa opportunità che evita un problema e, nel contempo, tutela l'ambiente. Chiediamo, invece, all'amministrazione comunale di far partire una campagna informativa (peraltro prevista nel contratto con l'azienda che fornisce questo servizio, ndr), affinché tutti i cittadini - conclude De Angelis - possano conoscere i vantaggi e le modalità della raccolta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento