menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confagricoltura: Tutela ambiente si ottiene con impegno corale di Enti pubblici e cittadini'

Caserta - Le recenti notizie di indagini sul degrado ambientale della nostra terra, afferma Antonio Marulli, Presidente Confagricoltura Caserta, tornano ad essere esposte in modo scorretto e inaccettabile dal settore agricolo, l'indagine in corso...

Le recenti notizie di indagini sul degrado ambientale della nostra terra, afferma Antonio Marulli, Presidente Confagricoltura Caserta, tornano ad essere esposte in modo scorretto e inaccettabile dal settore agricolo, l'indagine in corso, come si ha modo di leggere dall'equilibrato Comunicato Stampa delle Procure, rappresentano un quadro complesso che pone tutti i cittadini difronte a gravi responsabilità. E' il momento di prendere atto che non si può ottenere la tutela di un territorio se le strutture pubbliche deputate alla depurazione e al controllo e i Comuni sono per primi chiamati in causa non per omissione ma per evidente dolo nella gestione delle proprie funzioni.
In un contesto del genere, continua Marulli, diventa anche difficile comprendere perché i media preferiscano individuare sempre e comunque nel settore agricolo il maggiore responsabile dell' inquinamento dei Regi Lagni, dove l'indagine in corso ha potuto accertare la presenza di scarichi industriali e commerciali oltre che dei Centri urbani che bypassavano i depuratori propri o della rete regionale.
E' nostra convinzione che vada correttamente affrontato il problema in tutta la sua dimensione attribuendo in modo attento le responsabilità senza generalizzare. Il nostro territorio merita un rilancio e questo passa soprattutto sul corretto funzionamento delle strutture pubbliche di gestione e controllo che non possono essere affidate a gestori privati che spesso non rispondono a nessuno.

Le recenti esperienze Commissariali in tema sia di bonifica che di rifiuti non hanno inoltre garantito gli effetti sperati, anzi hanno spesso esclusivamente permesso la deroga delle normative di sicurezza ambientale che vengono invece contestate ai privati.
E' evidente - conclude Antonio Marulli, Presidente Confagricoltura Caserta - che da parte del mondo agricolo c'è il massimo impegno al rispetto delle normative e la disponibilità a collaborare con le strutture preposte sia al governo che alla bonifica del nostro territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento