menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tornano i pioppi e gli ontani lungo il tracciato dei Regi Lagni

Acerra - Tornano i pioppi e gli ontani lungo il tracciato dei Regi Lagni. Ad Acerra, sabato mattina (27 febbraio), vengono presentati i primi interventi di rimozione dei rifiuti e di alberatura, il primo tassello di un ambizioso progetto che vede...

Tornano i pioppi e gli ontani lungo il tracciato dei Regi Lagni. Ad Acerra, sabato mattina (27 febbraio), vengono presentati i primi interventi di rimozione dei rifiuti e di alberatura, il primo tassello di un ambizioso progetto che vede coinvolti, tra gli altri, Regione, Comuni, Arpac, e Consorzio di bonifica del Basso Volturno. La Regione ha inserito questo programma di riqualificazione tra i «grandi progetti» a cui destinare una quota consistente dei fondi europei, intitolandolo «Regi Lagni, giardini d'Europa».
Alle 11.00 (appuntamento a Corso Italia, nei pressi del «ponte di Napoli») la nascita del «parco di Acerra» sarà celebrata alla presenza degli assessori regionali Walter Ganapini (Ambiente) e Gianfranco Nappi (Agricoltura), con una festa a cui prenderanno parte le scuole della città, per i primi duecento alberi e arbusti piantati. Prima di questo appuntamento, alle 9.30, nel Castello baronale, si svolgerà un incontro a cui parteciperanno, tra gli altri, il sindaco di Acerra, Tommaso Esposito, il direttore generale Arpac, Gennaro Volpicelli, il direttore del dipartimento Arpac di Napoli, Alfonso De Nardo. In questa sede, Paolo Masi, preside della facoltà di Agraria dell'università Federico II, illustrerà il progetto «Orto di Carditello» per il recupero della residenza borbonica situata nel territorio di San Tammaro, nel Casertano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento