menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100209051548_olio-oliva1

20100209051548_olio-oliva1

'Lolio di casa mia', concorso per chi produce olio in casa

Caserta - Per dare il giusto riconoscimento a quanti, per pura passione, si dedicano alla cura di oliveti e ne scongiurano l'abbandono, offrendo un importante contributo alla conservazione degli spazi rurali, nell'ambito del premio nazionale degli...

Per dare il giusto riconoscimento a quanti, per pura passione, si dedicano alla cura di oliveti e ne scongiurano l'abbandono, offrendo un importante contributo alla conservazione degli spazi rurali, nell'ambito del premio nazionale degli oli DOP "Sirena d'oro di Sorrento" e del Mese degli Oli DOP della Campania, l'Assessorato regionale all'Agricoltura, l'Associazione nazionale Città dell'Olio, l'Associazione Città Paesaggio e le Condotte Slow Food Massico-Roccamonfina, Matese e Volturno, hanno istituito il concorso "L'Olio di casa mia", riservato agli oli extravergini di oliva prodotti in provincia di Caserta dagli agricoltori amatoriali. La manifestazione è realizzata in collaborazione con i comuni di Caiazzo, Piana di Monte Verna, Raviscanina, S. Angelo d'Alife, S. Pietro Infine e Sessa Aurunca.

Il Premio prevede una prima fase di selezione che si svolgerà in cinque comuni della provincia (Caserta, Piana di Monte Verna, S. Angelo d'Alife, S. Pietro Infine e Sessa Aurunca) e una finale che avrà luogo il 5 marzo prossimo a Raviscanina, in concomitanza con il convegno "Oleopolis: il paesaggio agrario fra tradizione e futuro". Insieme ai produttori amatoriali saranno premiati anche i titolari dei frantoi oleari presso cui sono stati prodotti gli oli.
Il Regolamento del concorso e la scheda di partecipazione sono scaricabili dal sito web: www.slowfoodcampania.com.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento