menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa dell'Albero: Legambiente piantuma 2000 alberi in 70 aree della Campania

Napoli - Piccoli alberi crescono. Circa duemila alberi di alloro in oltre 70 aree della Campania per rinverdire angoli di città, giardini delle scuole ma soprattutto duemila alberi per regalare all'ambiente nuovo prezioso ossigeno per compensare...

Piccoli alberi crescono. Circa duemila alberi di alloro in oltre 70 aree della Campania per rinverdire angoli di città, giardini delle scuole ma soprattutto duemila alberi per regalare all'ambiente nuovo prezioso ossigeno per compensare l'eccesso di emissioni di Co2 e contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici.l'effetto serra e rivendicare il diritto ad avere più legalità e più giustizia. Ecco la sfida che della XV edizione della Festa dell'Albero, la campagna annuale di Legambiente, che torna domani 20 novembre e sabato 21 novembre per coinvolgere decine di migliaia di bambini nel compiere uno dei gesti più belli, emozionanti e significativi al mondo: piantare un albero. Basta piantare un solo albero per compensare la produzione di 700 Kg di CO2, pari a quella emessa per produrre un quotidiano con inserto settimanale per 1 anno. 20 nuovi alberi ne smaltiscono addirittura 14 tonnellate, le stesse prodotte dal consumo annuo di elettricità di un ufficio con 10 dipendenti. Spirito della Festa dell'Albero è, anche quest'anno, coinvolgere i cittadini in giornate ricche di iniziative finalizzate alla messa a dimora di milioni di giovanissimi alberi. Un'azione per dare un piccolo ma significativo contributo al Pianeta, anche in vista del vertice mondiale di Copenaghen dove i rappresentanti dei governi dovranno decidere come rispondere alla necessità di ridurre di almeno il 40% le emissioni di CO2 entro il 2020 nei Paesi industrializzati. Appuntamenti centrali si svolgeranno sabato 21 novembre dove Legambiente in collaborazione con Libera a Castelvolturno ed Ottaviano su terreni confiscati alla camorra piantumerà alberi in ricordo di vittime della camorra. CAstelvolturno appuntamento ore 9,30 presso la costituenda cooperativa "Le Terre di Don Peppe Diana" in località Centore dove alla presenza di Antonio Bassolino, presidente della Regione Campania, il vice presidente On. Antonio VAliante, insieme agli studenti delle scuole di Castelvolturno saranno pinatumati alberi sui terreni confiscati al boss Michele Zaza. AL termine della manifestazione è prevista la degustazione dei Paccheri di Don Peppe Diana primo prodotto realizzato sui terreni confiscati in Campania. Sabato ad Ottaviano dalle 9,30 Legambiente, Parco Nazionale del Vesuvio, in collaborazione con l'associazione Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, l'Associazione "Coordinamento campano vittime innocenti della criminalità organizzata" mettono a dimora di nuovi alberi con la partecipazione di centinaia di bambini, insegnanti, genitori, anziani. Appuntamento è presso il "Parco della memoria e dell'impegno civile" istituito nel 2008 presso gli spazi verdi esterni al Castello Mediceo ex Castello di Cutolo dove si procederà alla piantumazione di alberi in memoria di altrettante vittime della camorra.Dopo quelli posti a dimora nel 2008 in ricordo di Mimmo Beneventano, Pasquale Cappuccio e Marcello Torre, quest'anno si aggiungeranno nuovi esemplari dedicati a Ciro Rossetti, Fabio De Pandi, Antonio Esposito Ferraiolo, Paolo Castaldi e Luigi Sequino. Nell'occasione Legambiente e Libera raccoglieranno le firme della petizione "Niente regali alle mafie, i beni confiscati sono cosa nostra" contro la vendita dei beni confiscati alla criminalità organizzata.
"Duemila alberi - commenta Raffaele Del Giudice, direttore Legambiente Campania - saranno piantati per dare un segnale nella regione tra le più colpite da dissesto idrogeologico. Un gesto concreto per contrastare mutamenti climatici ma anche un gesto per rilanciare una città più bella, più vivibile e più legale. Con la messa a dimora degli alberi, ogni cittadino potrà quindi partecipare concretamente alla lotta per la salvaguardia del clima, contribuendo anche a rendere più verdi e piacevoli le nostre città e al tempo stesso essere vicini con un gesto concreto di memoria ed impegno ai tanti familiari delle vittime della camorra." Altra iniziativa si è svolgerà nell'area nord di Napoli, con la "Staffetta dell'Albero", piantumazione delle piantine di alloro , sotto lo slogan "piantiamola" con la terra dei fuochi. La staffetta partirà da Qualiano presso sede distaccata Liceo Cartesio passaggio di testimone a Giugliano presso la Scuola Peppino Impastato e si concluderà a Villaricca. Elenco completo delle località dove si svolgera' la Festa dell'Albero su ww.legambiente.eu

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento