menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091004071538_Ferrara

20091004071538_Ferrara

Un progetto per un impianto di trattamento fanghi

Scafati - Un progetto sperimentale e innovativo per il trattamento dei liquami e in particolare dei fanghi in un impianto biologico, oggetto di una tesi universitaria. A proporla è stato un giovane scafatese. Il 30enne Carlo Ferrara ha stupito la...

Un progetto sperimentale e innovativo per il trattamento dei liquami e in particolare dei fanghi in un impianto biologico, oggetto di una tesi universitaria. A proporla è stato un giovane scafatese. Il 30enne Carlo Ferrara ha stupito la commissione d'esame di laurea della Facoltà di Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio e del Dipartimento di Ingegneria Idraulica Geotecnica ed Ambientale dell'Università Federico II° di Napoli. "Lo smaltimento dei fanghi rappresenta una delle voci principali dei costi di gestione di un impianto e così pensando alla situazione in cui versa il nostro Sarno e gli impianti del territorio ho ritenuto di dover dare maggiore importanza alla linea fanghi in fase progettuale, valutando anche la possibilità di introdurre tecnologie "innovative". Attenzione rivolta anche alla fase gestionale di un impianto: " Durante la mia esposizione ho postulato anche che sarebbe opportuno adottate procedure per verificare l'efficienza del processo e quindi ottimizzarne le condizioni di funzionamento."
Il giovane ingegnere, originario della frazione Bagni, auspicherebbe che il suo progetto possa avere attuazione ed ha intenzione ora di mettere a disposizione la sua tesi per l'amministrazione comunale: "Ritengo che la condivisione di un territorio non possa prescindere dalla partecipazione a scelte ed obiettivi per un miglioramento ambientale di cui si sente l'estrema necessità a Scafati e nel comprensorio"- Intenti sociali per il giovane ingegnere che conta di consegnare personalmente il suo elaborato all'ente di Palazzo Meyer .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento