Lunedì, 22 Luglio 2024
Ambiente Pastorano

Mozzarella: protocollo d'intesa con i Paesi africani

Pastorano - Un Protocollo d'intesa con i Paesi africani, peraprire nuovi mercati e per promuovere l'immagine della mozzarella di bufalacampana, per esportare le migliori produzioni tipiche e le tecnologie emetodiche d'avanguardia made in Campania...

Un Protocollo d'intesa con i Paesi africani, peraprire nuovi mercati e per promuovere l'immagine della mozzarella di bufalacampana, per esportare le migliori produzioni tipiche e le tecnologie emetodiche d'avanguardia made in Campania, a partire dal settore lattiero-caseario. E' quanto annunciato oggi a Pastorano (Caserta), nel corso di unadegustazione di prodotti tipici di Terra di lavoro, svoltasi nell'azienda TorreLupara. All'incontro, presente il presidente del Consiglio regionale SandraLonardo, hanno partecipato i rappresentanti di ambasciate, consolati edaddetti commerciali di numerosi Paesi africani tra cui Congo, Rwanda, Burundied Angola. I diplomatici accreditati in Campania hanno degustato oltre allamozzarella di bufala (prodotta al momento), altri formaggi ed insaccati localitipici, accompagnati dalle ciliegie del Vesuvio, dalle mele annurche e dallepesche, tutti frutti rigorosamente coltivati in Campania. La manifestazione èstata organizzata dal Comune di Pastorano e dall'Asso Artigiani ImpreseCaserta.
Dai produttori casertani è poi partita la proposta di trasformare le areeagricole di Terra di Lavoro in un vero e proprio 'Parco alimentare',riconosciuto dall'Unione europea. ''Cio' consentirebbe – hanno spiegato – dirafforzare i controlli e le misure di prevenzione ambientale e sanitario efavorirebbe le produzioni di alta qualità''. Per rafforzare le ragioni di taleprogetto, sono state fornite alcune cifre. Terra di Lavoro vanta, da sola, l'87% dell'intero patrimonio bufalino. Solo nel Casertano vengono allevate200mila bufale ed operano centinaia di caseifici, anche artigianali, nei qualisi concentra il 20% dell'intera forza lavoro della provincia. Il settorebufalino e l'indotto attivo in Terra di Lavoro rappresentano per il pilregionale un valore aggiunto stimato al 14%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozzarella: protocollo d'intesa con i Paesi africani
CasertaNews è in caricamento