menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Divieto di bruciatura dei residui agricoli: Giaquinto chiede incontro a sottosegretario

Caserta - Alla lettera inviata dal presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi allora Premier Enrico Letta e ministro ad Interim alle Politiche Agricole e Alimentari, alla delibera approvata all'unanimità dal consiglio provinciale, si...

Alla lettera inviata dal presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi allora Premier Enrico Letta e ministro ad Interim alle Politiche Agricole e Alimentari, alla delibera approvata all'unanimità dal consiglio provinciale, si aggiunge una nuova sollecitazione, questa volta la richiesta di un incontro da parte dell'assessore Stefano Giaquinto al sottosegretario all'Agricoltura Giuseppe Castiglione, per chiedere, ancora una volta e a difesa della categoria degli agricoltori, la modifica del decreto legislativo sulla Terra dei Fuochi, ormai convertito in legge, che ha introdotto il divieto di bruciatura dei residui delle pratiche agricole e forestali, classificandoli come rifiuto, con conseguente obbligo di smaltimento mediante modalità e trattamenti previsti dalla normativa sui rifiuti."Tale norma è stata ultimamente ancor più inasprita dal Decreto Terra dei Fuochi che all'articolo 3 - spiega l'assessore all'Agricoltura della Provincia di Caserta - modifica ancora una volta il decreto legislativo 152/2006. Una situazione di grave disagio che il settore agricolo subisce e deve sopportare. Continuando ad esercitare una pratica millenaria e consuetudinaria infatti gli operatori agricoli che non si attengono a tali disposizioni degli enti locali sono esposti a sanzioni di tipo penale da parte delle autorità preposte al controllo. E' inutile dunque (come ribadito dal Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Caserta Michele Capasso) l'emissione o meno di ordinanze da parte dei sindaci - avverte il delegato provinciale - La legge nazionale è in vigore e fino a quando non ci sarà un intervento legislativo che riordini in modo più razionale ed efficace la normativa dei rifiuti in agricoltura, gli agricoltori che bruciano i residui vegetali, rischiano di essere sanzionati e denunciati". L'assessore all'Agricoltura Giaquinto auspica che il nuovo Governo Renzi e l'attuale ministro alle Politiche Agricole considerino la richiesta inviata dal presidente Zinzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento