menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comuni Rinnovabili Scelte e proposte per la citta' di Caserta

Caserta - Il giorno martedì 30 settembre 2014, alle ore 17:30, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Diocesana, in piazza Duomo, 11 - Caserta, si terrà una tavola rotonda sulle energie rinnovabili organizzata dal Circolo Legambiente Caserta...

Il giorno martedì 30 settembre 2014, alle ore 17:30, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Diocesana, in piazza Duomo, 11 - Caserta, si terrà una tavola rotonda sulle energie rinnovabili organizzata dal Circolo Legambiente Caserta, in collaborazione con l 'Istituto Superiore di Scienze Religiose "S.Pietro", e dal titolo "Comuni Rinnovabili".Dopo i saluti di don Nicola Lombardi, Direttore ISSR "S.Pietro", e l'introduzione dell'ing. Gianfranco Tozza, Legambiente Caserta, le relazioni saranno affidate all'arch. Edoardo Zanchini, Vicepresidente Nazionale Legambiente, all'arch. Massimiliano Palmiero, Assessore Comunale Lavori Pubblici/Energie Rinnovabili, al prof. Carmine Lubritto, Docente SUN - Dipartimento Scienze e Tecnologie Ambientali e progettista del PAES per la città di Caserta, all'ing. Enrico Landolfi, Consigliere ANCE Caserta, al dott. Vittorio Maione, General Manager di "Galeo Energy", all'arch. Patrizia Bottaro, Studio Pica- Ciamarra Associati e progettista PUC Caserta.Dopo la breve presentazione del dossier di Legambiente "Comuni Rinnovabili", che fotografa la diffusione delle energie alternative a quelle fossili nei comuni italiani, seguirà un'ampia discussione sulla politica energetica della città di Caserta, i cui contenuti, in termini di scelte strategiche di utilizzo, sono in fase di elaborazione nei Piani "PAES" (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile) e "PUC" (Piano Urbanistico Comunale).Occorre necessariamente ripensare al nostro modello di sviluppo che ormai non può più limitarsi a sfruttare l'ambiente, cominciando ad intervenire proprio nelle città (abitate da circa il 90% della popolazione mondiale) con incentivi mirati alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, pubblico, ma soprattutto privato, alla realizzazione di una mobilità sostenibile, alla progettazione di ecoquartieri per le nuove residenze, e a tutto ciò che riuscirebbe ad incidere non solo sull'attuale consumo aggressivo del territorio, ma anche sul futuro sviluppo economico in termini di nuova occupazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento