Ambiente

Coordinamento acqua bene celebra Giornata Mondiale dell'Acqua

Caserta - Come ogni anno, anche il prossimo 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell'Acqua, ricorrenza che è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 per sensibilizzare l'opinione pubblica e i cittadini sull'uso dell'acqua e sull'accesso...

Come ogni anno, anche il prossimo 22 marzo si celebra la Giornata Mondiale dell'Acqua, ricorrenza che è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 per sensibilizzare l'opinione pubblica e i cittadini sull'uso dell'acqua e sull'accesso alla risorsa idrica. Il Coordinamento acqua bene comune casertano sarà in Piazza Dante a Caserta dalle 16 alle 20 per informare e sensibilizzare la cittadinanza sull'uso responsabile della risorsa e sulla vertenza "a Caserta non c'è acqua da perdere" aperta con l'ente comunale che ha espresso con un atto di delibera di giunta nel 2013 una volontà antireferendaria di messa in vendita del servizio idrico della città. Una nuova delibera, la n. 43 del 18 marzo, ancora di un'onnipotente giunta longa manus, invia un emendamento alla Regione Campania volto a far entrare nell'ipotetico Ato1 piuttosto che Ato 2 la città di Caserta per semplice appetito di potere gestionale senza alcuna riflessione oculata e circonstanziata sulla vera natura del ddl regionale della giunta Caldoro in corso di approvazione, che non va emendato, secondo i comitati, ma riscritto proprio per la violazione del dettato referendario e per una concezione feudale del ruolo che la Regione Campania ritaglia per sé con un accentramento discutibile di ogni competenza in materia di gestione più che regolatrice. Il punto informativo di sabato sarà occasione per diffondere anche le novità sul cammino del testo aggiornato della legge di iniziativa popolare, presentato nel 2007, "Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico" depositato in questi giorni alla Camera dei deputati dall'Intergruppo parlamentare "Acqua Bene Comune" in vista di un cambiamento normativo nazionale di concreta attuazione dell'esito referendario, che possa segnare una svolta radicale rispetto alle politiche che hanno fatto dell'acqua una merce e del mercato il punto di riferimento per la sua gestione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coordinamento acqua bene celebra Giornata Mondiale dell'Acqua

CasertaNews è in caricamento