menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua lazione dei comitati e associazioni contro la Cava Moccia

Durazzano - Cava Moccia a Durazzano. Continua l'azione dei comitati e associazioni dei comuni interessati dall'attività estrattiva della ditta Moccia che da circa 50 anni opera in provincia di Caserta con industrie inquinanti per il territorio e...

Cava Moccia a Durazzano. Continua l'azione dei comitati e associazioni dei comuni interessati dall'attività estrattiva della ditta Moccia che da circa 50 anni opera in provincia di Caserta con industrie inquinanti per il territorio e la salute pubblica. L'associazione Viviamo Durazzano, l'associazione Archeoclub, l'associazione Benevento valle di Suessola Bene Comune e il comitato No Cava si sono costituiti con un intervento ad adiuvantum nel ricorso al TAR proposto dal Comune di Durazzano contro la cava Moccia. I presidenti delle associazioni rispettivamente Antonia Abbatiello, Michele Biscardi, Giovanna Maietta e Gennaro Battisegola che hanno dato mandato al noto amministrativista casertano Luigi Adinolfi, fanno sapere: "La nostra azione sarà svolta senza trascurare alcun aspetto di una vicenda che non può risolversi con proclami elettorali del politico di turno, pronto a prendersi i meriti del niente. Noi ci difendiamo come cittadini comuni per il nostro forte senso civico e come reazione verso chi decide sulle nostre teste arbitrariamente, ai fini di soddisfare le esigenze di Moccia. La Regione e nello specifico la Giunta Caldoro hanno delle gravi responsabilità nella forzata perimetrazione del comparto di cava dell' area in questione che va salvaguardata per vari e validi motivi". I comitati e le associazioni sollecitano il governatore della Regione Campania a intervenire per far approvare nel prossimo consiglio regionale la proposta di Legge che tutela i colli Tifatini da Capua a Durazzano. Il testo di Legge, da lungo tempo fermo in Consiglio regionale, potrebbe essere l'unica soluzione valida per vietare la realizzazione della cava Moccia a Durazzano. Il giacimento individuato da Moccia approvato con il benemerito della giunta regionale è strettamente correlato alla continuità delle attività degli inquinanti e obsoleti impianti di Moccia tra cui il cementificio di Caserta. Per tale motivazione anche il Coordinamento associazioni casertane composto da ben settanta associazioni sta aderendo alle iniziative poste a difesa delle popolazioni di Durazzano e della Valle di Suessola . A breve ci sarà un consiglio regionale il quale potrebbe dover considerare anche la proposta di legge sostenuta dall'associazionismo di Caserta e Benevento e promossa dall'onorevole del PSE Gennaro Oliviero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragico incidente sull'Appia: identificata la vittima

  • Cronaca

    "Condannate Emilio: è un bugiardo che ha provato a sviare le indagini"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento