Domenica, 13 Giugno 2021
Ambiente

Nugnes: un disciplinare per valorizzare il tartufo nero

Bagnoli Irpino - «Da parte mia ci sarà la massima disponibilità per il rilancio dell'agricoltura campana sia in ottica produttiva che ambientale per far divenire il settore primario il fiore all'occhiello dell'economia». E' l'impegno di Daniela...

«Da parte mia ci sarà la massima disponibilità per il rilancio dell'agricoltura campana sia in ottica produttiva che ambientale per far divenire il settore primario il fiore all'occhiello dell'economia». E' l'impegno di Daniela Nugnes, consigliere regionale per l'Agricoltura. Lo annuncia alla sua prima uscita pubblica tenutasi oggi (domenica 28 ottobre) a Bagnoli Irpino nel convegno "Gastronauti di tartufo: esperienze europee a confronto". Per Nugnes il rilancio del comparto passa attraverso una programmazione seria, condivisa da tutti gli attori del territorio: «Anche agricoltori e produttori che devono essere parte integrante dei tavoli di settore». Ed annuncia: «E' necessario un disciplinare sulle eccellenze dell'agroalimentare, come la castagna ed il tartufo, per tutelare in maniera efficiente e virtuosa le produzioni tipiche». Sulla stessa lunghezza d'onda Aniello Chieffo, sindaco di Bagnoli Irpino, il quale evidenzia quanto sia strategico mettere insieme le prospettive locali per un coerente sviluppo regionale. «Le mancate risorse alle zone interne - sottolinea il primo cittadino - possono rappresentare una crisi irreversibile con ripercussioni sulle aree costiere». «Noi vogliamo essere sia una location di incoming turistico che un punto di sviluppo nell'intero ambito regionale».Vanni Chieffo, presidente del Gal Irpinia - che ha organizzato l'importante workshop in collaborazione con l'Amministrazione comunale di Bagnoli Irpino - afferma: «I produttori bagnolesi di tartufo, rispetto ad una ventina di anni fa, stanno lasciando il segno anche a livello internazionale. Come per il settore vitivinicolo, siamo entrati nel gotha mondiale della gastronomia». Al workshop, in cui era presente anche Alfonso Tartaglia, direttore Stapa-Cepica di Avellino, Rosetta D'Amelio, membro VIII Commissione Agricoltura della Regione Campania, annuncia che la settimana prossima entreranno in vigore le modifiche sulla legge regionale del tartufo che consentono, tra l'altro, maggiore autonomia ai Comuni anche per la promozione e la valorizzazione del tubero. Su questo fronte un ulteriore impegno è messo in campo dall'Amministrazione provinciale di Avellino. «Abbiamo concepito - dichiara Raffaele Coppola, assessore all'Agricoltura di Palazzo Caracciolo - un progetto di ricerca scientifica finalizzato ad individuare le migliori metodologie per un'ottimale conservazione del tartufo nero». Prodotto di pregio del sottobosco bagnolese su cui l'Esecutivo Chieffo ha inteso lavorare in ottica internazionale mediante un gemellaggio consolidato con la cittadina tedesca di Sinzig, funzionale ad attivare interventi di formazione, di ricerca scientifica, di promozione gastronomica e commerciale del tubero bagnolese. In occasione della mostra mercato del tartufo nero - organizzata dalla Pro Loco Bagnoli-Laceno, diretta dal presidente Francesco Pennetti, patrocinata dall'Amministrazione comunale del paese altirpino amministrata dal sindaco Chieffo, ed in collaborazione con il Consorzio Turistico Bagnoli-Laceno presieduto da Gerardo Stabile -, è stata presente una delegazione internazionale, composta da Jean-Marie Dumaine, presidente dell'Associazione micologica tedesca "Ahrtruffel", Charlotte Hager, vice sindaco di Sinzig, Alexander Urban, professore dell'Università di Vienna e presidente dell'Associazione Tauesg "Tartufo Europeo", e Raniero Rittersma, socio di "Ahrtruffel" e storico. «Siamo contenti - dice il vicesindaco di Sinzig - di essere in contatto con Bagnoli. Ci auguriamo che la collaborazione intrapresa possa proseguire su percorsi sempre più virtuosi».Nonostante il tempo non sia stato dei migliori, la kermesse bagnolese, che oggi (domenica 28 ottobre) ha chiuso i battenti, ha registrato un più che apprezzabile riscontro di visitatori, segno di un festival sempre più stimato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nugnes: un disciplinare per valorizzare il tartufo nero

CasertaNews è in caricamento