menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobilita' sostenibile: parte progetto Smuoviamo Caserta!

Caserta - Una rete di associazioni, formata da Centro Sociale Ex Canapificio, Comitato Citta Viva, Associazione dei Senegalesi e Caserta in Bici, ha oggi la possibilità di fare azioni concrete sul tema della mobilità sostenibile a Caserta, grazie...

Una rete di associazioni, formata da Centro Sociale Ex Canapificio, Comitato Citta Viva, Associazione dei Senegalesi e Caserta in Bici, ha oggi la possibilità di fare azioni concrete sul tema della mobilità sostenibile a Caserta, grazie ad un progetto dal nome "S?muoviamo Caserta!" finanziato dalla Fondazione con il Sud.
Questo progetto prevede attività mirate alla scoperta del territorio, ad un maggior uso della bicicletta come mezzo di spostamento, alla diffusione del Piedibus nelle scuole della città, e prevede infine uno sportello di orientamento ed assistenza sulla mobilita a Caserta. Uno sportello aperto a tutti i cittadini in cui poter avere informazioni importanti sul trasporto pubblico, per esempio, come orari, linee, fermate, servizi al cittadino. Caserta, infatti, è assolutamente carente di punti in cui un cittadino può chiedere assistenza sulle corse dei pullman, sulla frequenza e sulla puntualità degli orari.
Nella creazione di questo Sportello, noi rete di associazioni stiamo trovando numerose difficoltà proprio perché il sistema di trasporto pubblico locale, affidato alla azienda CLP dopo il fallimento dell' ACMS lo scorso anno, fa acqua da tutte le parti.
È difficile se non impossibile reperire informazioni complete sugli autobus, perche non esistono libretti che contengono linee, fermate, orari, costi e possibilità di riduzioni come invece accade in qualsiasi città d'Italia. Gli autisti nel migliore dei casi hanno un foglio con gli orari solo della propria linea e quasi mai diviso in feriale e festivo.
Collegandosi al sito della CLP si scopre con sorpresa che gli orari delle linee sono in alcuni casi indicati cosi: "VIA CAPPUCCINI -VIA E. RUGGIERO -V. BUONARROTI- V. LEONARDO ore 8.28" con un unico orario per tutte le fermate dislocate lungo queste vie!!! Non si può sapere in modo preciso a che ora il pullman passerà per quelle strade, poichè c'è un unico orario per tutte! (vedi allegato 1)
Altro punto molto debole del trasporto pubblico locale sono le fermate: la maggior parte di esse non dà informazioni sugli autobus che passano di li, e ciò accade soprattutto nei quartieri periferici della città (quartiere Acquaviva, rione Vanvitelli, rione Cappiello). In alcuni casi, manca proprio la segnaletica orizzontale che dovrebbe garantire al pullman una manovra in sicurezza per permettere la salita e la discesa degli utenti.

Il risultato è che i cittadini aspettano un tempo a volte infinito alla fermata, sapendo che "prima o poi" il pullman, forse, passerà, ma senza sapere quando. Il risultato più grave, però, è che in questo modo i cittadini casertani sono sempre meno incentivati all'uso dell'autobus o di mezzi alternativi di spostamento, preferendo l'auto. Del resto, senza le informazioni adeguate e un servizio efficiente e serio, pochi saranno i cittadini disposti a perdere parte delle loro giornate aspettando un pullman che non sai se passa.
Eppure, il Comune di Caserta paga la CLP per dotare la città del trasporto pubblico! In tempo di crisi, dissesto, aumento delle tasse ci aspettiamo almeno che i soldi pubblici vengano spesi bene, che dalla spesa pubblica riceviamo un servizio al massimo della sua efficienza, non al minimo! Altrimenti, anche questo sarà SPRECO, anche i soldi dati alla CLP saranno sprecati se il Comune non esigerà orari seri, fermate in regola, informazioni al cittadino. Noi rete di associazioni già lo scorso anno presentammo al Sindaco e alla cittadinanza un dossier sulla mobilità casertana, con criticità e proposte migliorative, rimasto perlopiù inascoltato. Oggi torniamo a bussare alle porte del Comune per chiedere di dotare Caserta di un serio piano sulla mobilità, che sia complessivo e sostenibile. Dall'altro lato, il Comune può contare su una rete di cittadini pronti a dare informazioni e assistenza, grazie ad uno Sportello proprio sulla mobilità che siamo pronti ad aprire al più presto possibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento