Martedì, 15 Giugno 2021
Ambiente

Consorzio Agrario Provinciale approva il bilancio

Caserta - L'Assemblea dei soci del Consorzio Agrario Provinciale di Caserta ha approvato il bilancio di fine anno, riferito al suo breve periodo di amministrazione ordinaria iniziata il 15 marzo scorso con l'insediamento dell'assemblea per...

065207_marrandino_raffaele

L'Assemblea dei soci del Consorzio Agrario Provinciale di Caserta ha approvato il bilancio di fine anno, riferito al suo breve periodo di amministrazione ordinaria iniziata il 15 marzo scorso con l'insediamento dell'assemblea per l'elezione degli organismi ed approvazione del nuovo Statuto.
Un lento cammino per uscire dalla gestione emergenziale volta al risanamento del bilancio del consorzio, dopo circa un ventennio di commissariamento, e per riprendere quella funzione propria che gli assegna la legge a sostegno delle imprese agricole.Nella sua relazione il presidente Raffaele Marrandino, ha evidenziato come il consorzio sia "un marchio non solo commerciale ma soprattutto un marchio di garanzia e qualità, di storia e cultura della produzione agricola, con una presenza capillare sul territorio per fornire assistenza diretta vicina alle imprese. Così come l'impianto di produzione di mangimi rappresenta una struttura industriale di rilievo per la provincia e per la regione Campania". A fine anno quindi, un primo bilancio della nuova ordinaria gestione del consorzio ma che deve sempre affrontare una situazione di precarietà di cassa e con un immobilismo dei commissari liquidatori che hanno rallentato l'azione di rilancio del consorzio agrario. Intanto nella relazione il presidente Marrandino ha elencato alcune operazioni di risanamento del bilancio come il risparmio di 150 mila euro per i fitti delle sedi periferiche di Cellole, Carinola, Teano e Francolise; mentre nuove sedi sono state aperte sul territorio come Riardo, Cellole, Trentola e Nocelleto. Riorganizzazione degli uffici amministrativi, adeguamento alla sicurezza delle strutture con risparmio del 50 per cento e lavori di manutenzione degli immobili fatiscenti. Infine, nella relazione viene sottolineato il nuovo bando per avere offerte per l'acquisto degli immobili (terreni e fabbricati consultabili sul sito www.capce.it) di Mignano Montelungo, Piedimonte Matese e Grazzanise da far pervenire entro il 10 gennaio. Un primo bilancio che comincia a far vedere un minimo di prospettiva considerando lo stato di abbandono gestionale dopo 19 anni di commissariamento che ne ha limitato l'azione e la crescita proprio quando le condizioni economiche dell'intera provincia consentivano performance di buon livello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Agrario Provinciale approva il bilancio

CasertaNews è in caricamento