Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Arrestati 3 ladri. Una è incinta ed ha una bambina di 3 anni | VIDEO

 

La polizia ha arrestato una banda di topo d'appartamento, divenuta nei mesi scorsi il terrore del centro di Napoli. Tre i membri della gang, una 30enne rumena e due uomini di 30 e 31 anni originari dell'ex Jugoslavia. Come racconta NapoliToday, durante un colpo messo a segno il 3 febbraio scorso a Parco Margherita, l'auto del gruppo criminale è stata intercettata dalle telecamera di videosorveglianza: grazie all’analisi delle immagini e al ricorso ad una serie di riscontri e attività investigative, è stato possibile ricostruire che una persona di sesso femminile, uscita da una vettura Fiat Panda, accedeva all’interno del palazzo in via del Parco Margherita, per poi uscirne dopo mezz’ora con al seguito borse ripiene e risalire dunque sull’autovettura.

L’auto, di proprietà di una società di noleggio e noleggiata a soggetto risultato essere un prestanome, si era diretta a Castel Volturno, comune di residenza dei tre soggetti di etnia rom. Monitorati i passaggi dell’auto grazie al sistema “cattura targhe”, gli investigatori del Commissariato San Ferdinando hanno fatto irruzione a Castel Volturno, dove, dopo essersi posti all’inseguimento della Fiat Panda e di un’altra vettura, una Alfa Romeo Mito,  con a bordo rispettivamente la donna e i due uomini rom, hanno bloccato i tre soggetti. Perquisite le vetture e un’abitazione al Parco Verde di Caivano gli agenti hanno più della metà della refurtiva asportata il 3 febbraio, oltre ad altri beni di ingente valore, presumibilmente asportati da altre case di recente derubate.

I tre soggetti risultano gravati da precedenti specifici per furti in abitazione. A carico della donna risulta una pena detentiva definitiva complessiva di 17 anni e 3 mesi di reclusione, per condanne per furti in abitazione, al momento sospesa nell’esecuzione in quanto la stessa è in stato interessante, nonché madre di una bambina di tre anni. Sottoposti a fermo per ricettazione, i due uomini sono stati associati presso la Casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, mentre la donna, in virtù del suo stato interessante, è stata sottoposta agli arresti domiciliari. 

Potrebbe Interessarti

  • Blitz dei Nas, sequestrato cibo e trovati 2 lavoratori in nero: lido chiuso I VIDEO

  • Sequestrata azienda bufalina: trovato 'lagone' interrato abusivo I VIDEO

  • Rissa in strada, schiaffi e maglie strappate | IL VIDEO

  • L'appello in lacrime delle mamme di Giovanni ed Ilenia: "Pregate per i nostri figli" I VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento