Negozi di cannabis light sequestrati, l'ira del commerciante sui social | IL VIDEO

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

"Adesso Caserta grazie a questa maxi operazione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere si può ritenere una città in cui la camorra è stata sconfitta".

E' questo l'amaro messaggio affidato ad un video pubblicato sui social del titolare di Green Planet Grow Shop di Caserta, tra i tre negozi di cannabis light sequestrati su disposizione della Procura in seguito ad una sentenza della Cassazione che ha dichiarato illegale "la commefcializzazione di cannabis sativa" e di tutti i derivati delle infiorescenze. 

Il commerciante punta il dito contro la Procura che ha effettuato il sequestro e contro le modalità con cui è stato effettuato il blitz con "4 auto e 20 agenti inviati in negozi dove lavorano bravi ragazzi". Non sono mancate le polemiche, infine, contro il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, anch'egli finito nelle mire dell'esercente adirato. 

Potrebbe Interessarti

  • Sparatoria a Caserta, il ferito portato in ospedale I VIDEO

  • L'arrivo della polizia, la sparatoria ed i soccorsi I GUARDA IL VIDEO

  • Cannabis light, s'incatena davanti al negozio chiuso: "Non mi sento più italiano" I VIDEO

  • Le telecamere della Rai per il matrimonio di Giovannella I VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento