Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Casale abbraccia 3 simboli della lotta ai Casalesi | IL SERVIZIO VIDEO

 

Il magistrato Cafiero De Raho ha ricordato uno dei momenti più difficili della storia di Casal di Principe, quando il padre di Francesco Schiavone Sandokan bloccò l’intervento in piazza del sindaco Natale. Venti anni dopo, però, le cose sono estremamente cambiate.

E lo stesso De Raho, insieme con l’altro magistrato Franco Roberti e l’ex capo della Squadra Mobile di Casale Alessandro Tocco sono anche diventati cittadini onorari. Lunedì sera, il teatro della legalità, ha ospitato l’evento con la consegna dei riconoscimenti a tre simboli della lotta al clan dei Casalesi. E non sono mancate anche le buone notizie, come quella della riapertura del commissariato di polizia di Casal di Principe, annunciata proprio da Tocco.

Era presente a Casal di Principe anche il presidente della commissione parlamentare antimafia  Nicola Morra, che davanti ad Augusto Di Meo, testimone oculare dell’omicidio di don Peppe Diana, ha sottolineato che “lo Stato farà di tutto per riconoscere le vittime innocenti della camorra perché non possiamo lasciare sole queste persone. La camorra qui ha finito di esistere”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento