La Romeo Normanna fallisce il match point per la finale play-off

Bonetti e compagni cedono al tie break con Portomaggiore. Si torna in Emilia per la qualificazione

La Romeo Normanna esce sconfitta in casa

Sarà gara 3 a decidere chi, fra Romeo Normanna Aversa e Sama Portomaggiore, disputerà la finale play-off per la serie A2. Al Palajacazzi i gialloblu non riescono a replicare l’ottima prova di mercoledì scorso in Emilia. In una partita vietata ai deboli di cuore, per le emozioni e i numerosi capovolgimenti di fronte, Bonetti e compagni cedono al tie-break.

"Questi sono i play-off, - ammette lo schiacciatore normanno – non c’è nulla di certo. Non a caso i nostri avversari hanno vinto la Coppa Italia di serie B e il loro girone con 70 punti. È vero, abbiamo commesso un po’ troppi errori in battuta, ma non dobbiamo mollare ora sul più bello. A Portomaggiore abbiamo la possibilità di vincere perché lo abbiamo già fatto, e alla grande".

PRIMO SET – Il lungo inizio equilibrato è rotto da due muri consecutivi di Gavino Vetrano, che portano la Romeo Nomanna sul 9-7. Al decimo punto dei gialloblu c’è il primo time-out della partita, chiamato dagli emiliani. I padroni di casa sembrano controllare la gara, ma la Sama Portomaggiore accorcia le distanze sino a ritrovarsi ad una lunghezza di distanza. La panchina gialloblu chiama la sospensione del gioco. C’è qualche errore di troppo in ricezione per la Romeo Normanna. Gli ospiti impattano sul 18-18. Si ritorna a giocare punto a punto. Affiora il nervosismo fra i gialloblu per alcune ‘doppie’ non chiamate dalla terna arbitrale. La Sama Portomaggiore approfitta del momento di appannamento dei padroni di casa e ottiene due set-ball. Al secondo tentativo chiude il parziale sul 23-25.

SECONDO SET – 7-5 per la Romeo Normanna, dopo un avvio in perfetto equilibrio. I gialloblu subiscono ancora il ritorno degli ospiti (9-9) e il match non si schioda dal punto a punto. Gli errori in battuta della Romeo Normanna tengono in piedi le speranze degli ospiti. Il primo tempo di Gavino Vetrano è di poco fuori, la Sama Portomaggiore va sul +2 (15-17) e gli aversani chiamano time-out. I punti in più per gli ospiti passano a tre, dopo una ricezione difettosa della Romeo Normanna. A riportare il punteggio in parità c’è il muro vincente di Luca Testagrossa (19-19). I normanni provano a fuggire via grazie al pallonetto di Manuele Mandolini, ma l’allungo è vanificato da due ottimi servizi di Pinali (21-21). Quando al servizio va Bobo Corti, i gialloblu ottengono tre set-bal. Lunga la battuta degli emiliani e la Romeo Normanna fa suo il secondo set per 25-22.

TERZO SET – Subito break della Romeo Normanna, con la battuta vincente di Manuele Mandolini (3-1). Allungo si fa più consistente quando Gavino Vetrano alza il muro del 6-2. A fare la differenza sono le battute flottanti di Luca Testagrossa. La ricezione degli ospiti è in difficoltà, ne approfittano Bonetti e Mandolini che non si fanno pregare quando sono chiamati in causa da Daniele illuzzi (8-2). Il palleggiatore cede il posto a capitan Gaetano, che va subito al servizio. Sembra che la Romeo Normanna abbia preso le giuste misure agli avversari, ma gli emiliani si riportano sotto. I sei punti di svantaggio sono recuperati con il servizio vincente del solito Pinali (11-11). Rientra in regia Illuzzi. Si ritorna a viaggiare in perfetto equilibrio. Ci pensa il mani-fori di Bonetti a riconsegnare ai gialloblu due punti di vantaggio (16-14). La Romeo Normanna tenta ancora una volta la fuga, +4 dopo la sassata di Lorenzo Bonetti (19-15). Portomaggiore non molla e pareggia sul 20-20. Torna la paura in casa gialloblu. Corti e Mandolini sbagliano i rispettivi servizi. Per fortuna, Portomaggiore non è da meno. Si va ai vantaggi. Portomaggiore mette in cassaforte il terzo set con il punteggio di 25-27, mentre i gialloblu protestano rivendicando quattro tocchi in campo emiliano nell’ultimo scambio.

QUARTO SET – Break iniziale della Sama Portomaggiore che si porta sul 3-5. I gialloblu continuano ad avere problemi al servizio, ne sbagliano due di fila. C’è il pronto recupero della Romeo Normanna, che agguanta gli avversari sul 6 pari. Anche nel quarto set il match non si schioda dal punto a punto. In un paio di occasioni i gialloblu provano a staccare gli ospiti, ma vengono puntualmente raggiunti. Quando è Portomaggiore ad andare sul 21-23, la Romeo Normanna ha un sussulto d’orgoglio e porta il set ai vantaggi. Quarto set tassativamente vietato ai malati di cuore. Lo vince, dopo una lunga sequenza di sorpassi e controsorpassi, la Romeo Normanna per 34-32. Si va al tie-break.

QUINTO SET – Partenza shock per i padroni di casa, che condiziona fortemente il tie-break. Parziale di 0-4 per la Sama Portomaggiore. La panchina gialloblu cerca di mettere un argine all’avanzata degli emiliani. Subito time-out. Il -4 rimane anche al cambio campo (4-8). La Romeo Normanna si porta a -2, ma l’ennesimo errore in battuta ridà carica agli ospiti che ottengono cinque match-ball. Portomaggiore chiude la partita sul 9-15 e pareggia il conto delle vittorie. Per la finale si deciderà tutto mercoledì 30 maggio in Emilia Romagna.

ROMEO NORMANNA AVERSA – Corti, Bonetti, Illuzzi, Vetrano, Mandolini, Testagrossa, Nero (L); Di Vincenzo, Conte, Gaetano, Krumins, Lentola, Berardi, D’Auge (L). Vice All. Antimo Del Prete, Vittorio Mastrangelo.

SAMA PORTOMAGGIORE – Marzola, Pellegrino, Pinali, Porcellini, Porcello, Spiga, Ferraro (L); Beneventi, Bergantino, Felloni, Magnani, Murano, Spitilli. All. Guillermo Taborda, Vice All. Matteo Lunati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Primo arbitro Christian Battisti di Latina, secondo arbitro Giorgia Adamo di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il contagio a Mondragone fa paura: i positivi salgono a 49

  • Pentito casertano si uccide in carcere

  • La ‘Dea bendata’ bacia il casertano: vinti 50mila euro al 10eLotto

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

Torna su
CasertaNews è in caricamento