Tre Torri San Marcellino, che big match col Castel Morrone: "Lo stadio deve essere una bolgia"

Scontro al vertice in Terza categoria, l'appello alla cittadinanza: "Spingiamo i nostri ragazzi"

La 'grande famiglia' del Tre Torri San Marcellino

Prima contro seconda. Ottava giornata di campionato che già potrà segnare un solco tra capolista e inseguitrici. Oppure riaprire ancora di più un campionato avvincente che vede ben 4 squadre racchiuse in appena 2 punti nei quartieri altissimi del girone B di Terza categoria. Domani (sabato 11 gennaio) alle 14.30 c'è aria di big match 'promozione' tra Tre Torri San Marcellino e Castel Morrone 2015. Non un match come tutti gli altri, e lo sanno bene anche i rispettivi allenatori. Chi vince darà un segnale forte alle avversarie, al di là di come andranno le cose a fine campionato. Si gioca al 'Comunale' di San Marcellino che quindi ritornerà, dopo decenni, a vivere le emozioni che solo gli scontri diretti riescono a regalare.

Passione, cuore e tanta grinta: questi gli elementi che serviranno per conquistare i tre punti in palio. Il Tre Torri San Marcellino sta dimostrando (numeri alla mano) di essere una delle pretendenti assolute al salto di categoria. Dovrà adesso dimostrarlo anche in questo scontro diretto, con l'altra corazzata del girone (l'attaccante del Castel Morrone Cappiello è già a quota 10 gol in appena 6 gare).

Il 'Comunale' dovrà essere una bolgia e spingere i ragazzi di mister Enrico Cantile al successo, per allungare in vetta e portare ancora più entusiasmo in una città che sta, pian piano, conoscendo questa nuova realtà appassionandosi alle gesta di calciatori che stanno onorando col sudore quella maglia che porta in giro per la Provincia il nome di San Marcellino.

Serviranno gli spalti pieni per far sentire il 'calore' del popolo della Tre Torri San Marcellino e quindi i fondatori di questo progetto, il presidente Mario Coronella e l'assessore delegato allo Sport Eugenio Maisto, hanno deciso di fare un appello congiunto alla cittadinanza affinché la tribuna dello stadio sia colma in ogni ordine di posto: "Questa è una partita che attendiamo da settimane - dicono Coronella e Maisto - perché abbiamo sempre saputo che il Castel Morrone sarebbe stata la squadra da battere di questo girone. I ragazzi sono carichi e non vogliamo ovviamente caricarli ulteriormente con delle responsabilità che all'ottava giornata di campionato sarebbero anche forse esagerate. E' chiaro che si tratta di un big match che può dire tanto, e la squadra così come tutto lo staff tecnico sa bene che ci giochiamo una fetta importante di campionato. Mai come in questa occasione c'è bisogno del sostegno di tutti. La città deve stringersi attorno a questi ragazzi che ci hanno già dato tante soddisfazioni e tante altre ce ne daranno. Vogliamo uno stadio pieno, l'ingresso è gratuito e sarà una splendida giornata di sport. Coloriamo il nostro 'Comunale' dei colori giallo e blu, e affezioniamoci a questa squadra. In queste settimane stiamo facendo anche delle scommesse: chi viene per la prima volta allo stadio poi non riesce più a farne a meno. Stiamo diventando sempre di più, non abbiamo mai nascosto di puntare alla vittoria di campionato. Possiamo farlo, per noi e per San Marcellino. E allora facciamolo. Insieme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

Torna su
CasertaNews è in caricamento