Nati in Italia ma non sono italiani, i giudici escludono il Tam Tam dal campionato

Bocciato il ricorso della società castellana contro la Fip. Antonelli: "Nostra partecipazione un pericolo per il movimento cestistico"

Il Tam Tam Basket

La Tam Tam Basket, la squadra costituita da figli di immigrati a Castel Volturno nati in Italia, non si iscriverà al campionato Under 16 di Eccellenza. E' quanto hanno deciso i giudici della prima sezione ter del tribunale amministrativo di Roma che ha rigettato la domanda cautelare che avrebbe consentito l'iscrizione al campionato.

Il sogno di partecipare al campionato nazionale si infrange dinanzi alla burocrazia, ai cavilli ed alla pedissequa applicazione di norme che andrebbero superate e che impediscono a dei ragazzi, italiani di fatto ma non di diritto, di poter giocare con gli altri. Una sentenza che, sia pure eventualmente corretta in termini di legge, appare discriminatoria e contraria al buon senso ed ai valori dello sport

La squadra castellana, guidata dal coach Massimo Antonelli, aveva ottenuto, grazie ad un emendamento del Governo, di poter partecipare a gare ufficiali (gli atleti sarebbero rimasti "bloccati" fino ai 18 anni perchè "non italiani"). I ragazzi del Tam Tam non si sono limitati a partecipare ma hanno vinto il campionato Under 15. Dopo il successo c'era la possibilità di poter partecipare al campionato nazionale Under 16 di Eccellenza. 

Lo scorso 21 settembre, però, il Consiglio Federale della Fip ha deliberato l'esclusione della squadra castellana dalle griglie di partenza del campionato. Il motivo? Non si possono tesserare più di due atleti stranieri in roster, in barba all'integrazione. Questo recita il regolamento. 

Delibera che è stata impugnata ma i giudici del Tar hanno respinto l'istanza cautelare "non risultando allo stato preclusa alla società ricorrente la partecipazione, e con essa la pratica sportiva di tutti i minori stranieri non aventi la cittadinanza italiana, al diverso Campionato Under 16 Gold in cui la società risulta essere regolarmente iscritta". 

"Non ci fanno giocare il campionato di eccellenza. La nostra partecipazione viene considerata come un pericolo per movimento cestistico italiano. Vado in palestra ad allenare i ragazzi ... e a portare questa notizia", commenta coach Antonelli.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

Torna su
CasertaNews è in caricamento