Stadio, sì del Consiglio. Ecco i prossimi step per il nuovo "Pinto"

L'assessore: "Tappa delicata. Ora progetto definitivo e assegnazione". D'Agostino sogna: "Scriveremo la storia"

Il nuovo stadio Pinto di Caserta

Un altro passo verso la realizzazione del nuovo stadio Pinto. Il consiglio comunale di Caserta ha votato, oggi, in aula la dichiarazione di pubblico interesse sull’area per poter portare avanti il progetto di demolizione e ricostruzione dello stadio della Casertana voluto dal presidente della squadra Giuseppe D’Agostino e che è già stato vagliato durante la conferenza dei servizi chiusa nelle scorse settimane.

Il nodo della concessione novantennale ed i dubbi sul traffico

Gli unici ad astenersi sulla votazione sono stati i consiglieri comunali di Speranza per Caserta Norma Naim e Francesco Apperti che hanno sollevato dubbi soprattutto relativamente alla concessione per 90 anni dell’area alla società che investirà circa 50 milioni di euro per la realizzazione della nuova struttura. Hanno votato a favore, pur con dei distinguo, gli altri consiglieri comunali di opposizione Emilianna Credentino, Nicola Garofalo, Stefano Mariano, così come Antonio Ciontoli e Mario Russo. I dubbi sollevati riguardano la gestione della mobilità nella zona di viale Medaglie d’Oro ed il tipo di attività commerciali che potranno essere aperti nella struttura. L’iter burocratico, comunque, va avanti, per ora, senza inciampi.

L'iter burocratico

Ma con l'approvazione della dichiarazione di pubblica utilità l'iter per la realizzazione del nuovo Pinto è appena cominciato. "Adesso entro 120 giorni dovrà essere redatto il progetto definitivo - spiega l'assessore al Patrimonio Alessandro Pontillo - In quanto agli atti c'è solo lo studio di fattibilità. Progetto che dovrà essere approvato da una conferenza dei servizi definitiva. Dopo questa fase entro 90 giorni dovrà essere avviata una procedura ad evidenza pubblica per individuare il raggruppamento che dovrà realizzare i lavori e gestire l'impianto". Al momento lo studio di fattibilità (e quindi la redazione del progetto) è stato realizzato da un raggruppamento temporaneo di impresa di cui fa parte anche la Casertana. Qualora altri dovessero fare un'offerta migliorativa dovrebbero pagare comunque il progetto alla Casertana. "Quella di oggi era una tappa delicata - conclude Pontillo - La discussione in Consiglio sarebbe potuta degenerare e bloccare l'iter di un'opera che è affascinante ed avvenieristica".

Il presidente D’Agostino: “Ora iniziamo a sognare. Scriveremo la storia”

Il presidente della Casertana Giuseppe D’Agostino ha parlato subito dopo il consiglio comunale con una diretta su Facebook: “Voglio ringraziare il sindaco Carlo Marino e tutti i consiglieri comunali che hanno votato questo progetto. Io credo che la politica ha fatto una cosa importantissima: in Italia non so quanti stadi si riescono a realizzare. E’ stato fatto un lavoro eccezionale”. D’Agostino è entusiasta per il via libera del consiglio comunale: “Ora possiamo iniziare a sognare. Era un obiettivo che si eravamo posti, abbiamo fatto un grande passo in avanti. In breve tempo saranno fatte delle cose importanti”. Ed aggiunge: “Questo per noi vale quanto una promozione in Serie A. Veramente scriveremo la storia”. Nei prossimi giorni il presidente incontrerà nuovamente il sindaco di Caserta Carlo Marino: “Parleremo del futuro, per ora gli dico grazie. Quello che è stato fatto finora, è tutto merito suo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento