Serie C, doppia esclusione nel girone della Casertana

Cinque le squadre che non sono riuscite a presentare la documentazione

Game over per cinque squadre della Serie C che restano fuori dagli organici federale. Alle già annunciate rinunce comunicate con qualche giorno di anticipo di Siracusa e Albissola, ieri è arrivata la scure anche per Arzachena, Lucchese e Foggia

I rossoblù hanno sperato fino all’ultimo minuto prima della mezzanotte, anzi proprio nei minuti vicino alla scadenza è circolata una voce che due imprenditori napoletani stavano per mettere mano al portafoglio per versare la fidejussione necessaria per l’iscrizione, ma poi non se ne è fatto più nulla, anzi, sin dalle prime ore di stamattina dei presunti benefattori si sono perse anche le tracce. In Capitanata si era anche ipotizzata la possibilità, dopo l’intervento che poi non c’è stato, di richiedere il ripescaggio in Serie B, ma dall’euforia al dramma sono intercorsi pochi istanti ed ora i satanelli si ritrovano esclusi dal calcio professionistico. 

Stessa sorte per il Palermo. Salvati dalla mannaia della giustizia sportiva, dopo il declassamento all’ultimo posto nella stagione in corso, i rosanero si sono ritrovati ad affrontare una profonda crisi finanziaria che non ha evitato la mancata iscrizione i Serie B e la conseguente radiazioni dal calcio che conta. Al suo posto potrebbe festeggiare il Venezia, sconfitto nella finale play out contro la Salernitana. Tornando in Serie C, oltre al Foggia e al Siracusa sono venite meno, per motivazioni varie, Albissola, Arzachena e Lucchese. Alle risultanze maturate a mezzanotte non ci sarà appello, i verdetti sono definitivi e – fermo restando la conferma del format – ora è caccia ai ripescaggi e alle riammissioni. Col Venezia che sta già approntando la documentazione per ritornare in cadetteria, si liberano cinque posti per rientrare in Seria C. In pole position la Virtus Verona ed a seguire, tra le altre, Bisceglie e Paganese appena retrocesse dopo la stagione 2018-19. 

Del girone C appena concluso si sono salvate sul filo di lana Rieti e Viterbese che sono riuscite a completare la documentazione in tempo utile. Ma per i castrensi si preannuncia un torneo ancora più travagliato rispetto a quello scorso. Il presidente Camilli, dopo tante peripezie, ha assicurato l’iscrizione della squadra nel campionato di competenza ma ha anche dichiarato il suo disimpegno dalla gestione societarie: in mancanza di passaggio di mano la Viterbese potrebbe partecipare al campionato con la formazione giovanile. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento