Sono di Casapulla i Campioni d'Italia di C.A.P. Trophy

Casapulla - Si chiamano Carlo Russo ed Eliodoro Belmare, entrambi di Casapulla (Caserta), i campioni d'Italia di C.A.P. Trophy, che si sono aggiudicati il titolo ieri a Grottammare (Ap) nelle finali federali F.I.F. 4x4 (la Federazione Italiana...

russo belamare cap trophy

Si chiamano Carlo Russo ed Eliodoro Belmare, entrambi di Casapulla (Caserta), i campioni d'Italia di C.A.P. Trophy, che si sono aggiudicati il titolo ieri a Grottammare (Ap) nelle finali federali F.I.F. 4x4 (la Federazione Italiana Fuoristrada) a cui hanno partecipato i quattordici equipaggi vincitori delle fasi regionali eliminatorie, provenienti da tutta Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carlo Russo, grande appassionato di 4x4 e segretario dell'Associazione 4x4 Adventure, oltre ad essere conosciuto come organizzatore di raduni ed eventi (ogni venerdì sera a Casapulla riunisce gli amanti del tuning e dell'off-road), aveva già vinto il titolo nazionale PILOTI, il giorno precedente. Venerdì 18 dicembre, Carlo Russo ed Eliodoro Belmare, saranno ricevuti dal Sindaco di Casapulla, Michele Sarogni, in occasione della

Notte Bianca, organizzata nel centro storico del comune. Il C.A.P. TROPHY è una specialità del mondo dei fuoristrada in cui, oltre all'abilità di guida e alla preparazione del mezzo, è fondamentale la bravura del navigatore nell'impostare la strategia di ricerca di vari punti GPS, al fine di ritrovarne il maggior numero con la minor percorrenza possibile. Le regole sono molto semplici ogni equipaggio, composto da due persone con un veicolo a trazione integrale in regola con il codice della strada, deve trovare il maggior numero di punti geografici segnalati dall'organizzazione mediante coordinate in primi, gradi, millesimi, con l'ausilio di un rilevatore di posizione satellitare, bussola, cartina, goniometro, righello e tutto il necessario per esprimere al meglio le proprie capacità di orientamento. Una volta raggiunto il punto segnalato l'equipaggio deve riportare su una apposita tabella di marcia la "chiave" di solito si tratta di rispondere ad una domanda su un particolare del posto, scattare una foto digitale, al fine di dimostrarne l'effettivo raggiungimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

Torna su
CasertaNews è in caricamento