La Casertana spreca 2 gol di vantaggio, la Sicula Leonzio strappa il pareggio

I falchetti tornano dalla Sicilia con un solo punto

La Casertana di scena sul campo della Sicula Leonzio

Tre punti pesantissimi per Sicula Leonzio e Casertana, impegnate nel turno infrasettimanale. I falchetti affrontano la trasferta più lunga della stagione con il chiaro intento di centrare la vittoria che manca ormai dal mese di dicembre. Siciliani che provengono da tre successi consecutivi, che hanno innalzato di molto le possibilità di raggiungere se non la salvezza diretta, quanto meno una posizione accettabile nella griglia play out.

LE SCELTE. Poche le variazioni tra le due formazioni rispetto alle ipotesi della vigilia. Grieco schiera dall’inizio Scardina in tandem con Scardina ed inseriesce il trequartista (Grillo) a supporto; per il resto confermata la squadra che ha violato il Veneziani con l’ex Adamonis tra i pali. Ginestra recupera a sua volta l’altro ex Petta che va a riprendersi il suo posto in difesa, reparto dove manca però capitan Rainone. Avvicendamento tra i pali tra Cerofolini e Crispino mentre Santoro è confermato nel ruolo di faro del centrocampo.

PRIMO TEMPO. La Casertana parte bene con due manovre in rapida successione into all’8’ prima con Tascone che conclude alto dopo una percussione di Starita e poi con Longo che pressato da Bariti non riesce a centrare lo specchio della porta. La risposta locale è affidata a Scardina che dopo un’azione insistita in profondità calcia di desto a lato della porta di Crispino. Al 22’ la parziale supremazia della Casertana viene premiata: c’è un cross di Zito verso il centro dell’area dove è appostato D’Angelo, sul centrocampista ospite frana Bariti che tocca la palla e la mette alle spalle di Adamonis. Dopo pochi minuti uno scontro di gioco mette fuori causa Zito che colpito duro è costretto a lasciare il posto a Zivkov. Qualche altro giro di lancette e la Casertana mette il risultato in cassaforte: D’Angelo si porta in area e viene agganciato da Ferrara e per l’arbitro non ci sono dubbi nell’indicare il dischetto. Castaldo sa che Adamonis conosce bene il modo di calciare il penalty e decide di cambiare angolo rispetto alle sue abitudini ed il portiere bianconere è spiazzato. Al 30’ la partita si rimette in gioco. Parte il primo calcio d’angolo a favore della squadra locale e Bucolo pesca Provenzano che di prima intenzione con un sinistro diabolico che va ad infilarsi nel sette alla destra di Crispino. Al 38’ Santoro frena una ripartenza bianconera spendendo un cartellino giallo (che gli costa la squalifica nel derby con la Cavese), alla battuta del conseguente calcio franco si porta Bucolo che spedisce di poco alto sulla traversa. Il primo tempo di chiude con un colpo di testa di Scardina che devia un cross di Bariti e la palla sfiora il palo alla destra di Crispino.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre senza sostituzioni. Al 6’ una lunga discesa di Parisi sulla destra si chiude con un cross che Petta devia in angolo per anticipare l’intervento di Scardina. Al 9’ è Tascone a commettere un fallo tattico per frenare Parisi sulla destra ed anche in questo caso scatta il giallo che comporta un turno di squalifica nel prossimo match. Al 14’ uno scivolone di Petta dà il via libera a Bariti a cui risponde con grande sicurezza Crispino, Lescano fallisce da pochi passi il tap-in vincente. La Sicula Leonzio cerca allora i cross alti, puntando sul fisico di Lescano, ma i centrali difensivi rossoblù non concedono spazio all’attaccante bianconero. Quando non è in grado di intervenire l’argentino (20’) è Palermo a cercare l’impatto, ma senza risultati apprezzabili. Al 25’ Ginestra dà fondo a tutte le sostituzioni a sua disposizioni, inserendo Adamo e Corado, con quest’ultimo che quasi immediatamente va a guadagnarsi il giallo attaccando fallosamente Bucolo. Al 31’ la Sicula sfiora il pari e Silva salva sulla linea una bordata di Provenzano che a colpo sicuro aveva superato Crispino. Il 2-2 è rinviato solo di qualche attimo, quando Caldore vede rimbalzare sul braccio un pallone innocuo ed è evidente anche che il difensore rossoblù fosse uscito dall’area. Ma per l’arbitro dopo qualche attimo di esitazione ci sono gli estremi per il secondo calcio di rigore di giornata che Lescano (terzo gol consecutivo) trasforma. La Casertana si riversa in avanti e conquista due angoli consecutivi, sul secondo dei quali Petta va in gol ma secondo il signor Paterna di Teramo il difensore si è aiutato con una mano. L’arbitro ordina 4’ di recupero e la Casertana spinge in avanti alla ricerca della vittoria, ma la difesa locale regge l’urto. Finisce con l’ennesimo pareggio per i rossoblù che protestano a lungo col direttore di gara che non concede di riprendere il gioco dopo un fallo subito da Corado. Un altro piccolo passo in avanti, verso la salvezza per i falchetti che tengono a distanza la Sicula Leonzio e guadagnano un punto anche sul Picerno, fermato in casa dal Catania.

SICULA LEONZIO-CASERTANA 2-2

SICULA LEONZIO (3-4-1-2): Adamonis; Ferrara (74’ Sabatino), Bachini, Sosa; Bucolo, Parisi (60’ Palermo), Provenzano, Bariti; Grillo (74’ Sicurella); Lescano, Scardina (54’ Catania). A disp. Fasan, Ferrini, Tafa, Reale, Vitale, Terranova, Governali. All. Vito Grieco

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Petta, Silva, Caldore; Longo (69’ Corado), D’Angelo, Santoro, Tascone (60’ Laaribi), Zito (25’ Zivkov, 60’ Paparusso); Starita (69’ Adamo), Castaldo. A disp. Galuzzo, Ciriello, Matese, Clemente, Varesanovic, Origlia, Cerofolini. All. Ciro Ginestra ARBITRO: Daniele Paterna di Teramo (Mauro Dell’Olio di Molfetta e Pierluigi De Chirico di Barletta)

RETI: 22’ Bariti (aut.); 28’ Castaldo (rig.); 30’ Provenzano; 79’ Lescano (rig.)

NOTE: pomeriggio sereno, temperatura superiore alla media, terreno in buone condizioni; spettaori 600 circa con una rappresentanza di trenta tifosi provenienti da Caserta; angoli 4-2 per la Sicula Leonzio; ammoniti Santoro, Tascone, Corado, Caldore, Petta, Palermo; espulso all’89’ l’allenatore della Sicula Vito Grieco; recupero 3’ e 4’

28^ GIORNATA LE GARE IN PROGRAMMA Avellino - Paganese 1-0 Bisceglie - Viterbese ore 18,30 Catanzaro - Reggina ore 20,45 Cavese - Rende ore 18,30 Monopoli - Rieti ore 20,45 Picerno - Catania 1-2 Sicula Leonzio - Casertana 2-2 Teramo - Potenza ore 18,30 Ternana - Bari ore 20,45 Vibonese - V. Francavilla ore 16,30

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA CLASSIFICA Reggina 63 Bari 55 Monopoli 51 Ternana 49 Potenza 49 Catanzaro 42 Catania 41 Teramo 40 Avellino 37 V. Francavilla 37 Viterbese 35 Paganese 34 Vibonese 35 Cavese 34 Casertana 32 Picerno 29 Sicula Leonzio 23 Bisceglie 19 Rende 17 Rieti (-5) 12

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento