Crisi Maddalonese, gli ultras chiedono la 'testa' del tecnico Santonastaso

L'allenatore blindato dalla società: "I tifosi pensino a sostenere la squadra"

La sconfitta casalinga della Maddalonese contro il Montesarchio, nel match della decima giornata di Promozione e avvenuta a seguito di una direzione arbitrale tutt'altro che convincente, ha scatenato le proteste dei tifosi granata. Già durante il match, l'arbitro ha dovuto sospendere la partita per un lancio di bottiglia e fumogeni.

Sul banco degli imputati, secondo gli ultras maddalonesi, il tecnico Domenico Santonastaso. A difesa dell’allenatore si è schierato Antonio Carlo D'Onofrio: "I sacrifici di mister e dirigenza vanno ben oltre i risultati. Questa è una squadra che fino a pochissime ore prima dei termini ultimi per l'iscrizione al campionato era già fallita. Solo grazie all'amore verso la città e verso lo sport, abbiamo fatto sforzi enormi per evitare il fallimento e festeggiare ed onorare il centenario. Non comprendo l'atteggiamento dei tifosi che tra l'altro, con la loro protesta hanno indotto il giudice di gara verso una pesante ammenda. L'appello che sento di rivolgere agli ultras consiste nel venire al "Cappuccini" solo per sostenere i colori granata. Se devono riempire le gradinate per contestare e per danneggiare la società li invito a rimanere a casa. Ma sono sicuro che comprenderanno.  I tifosi sono una grande risorsa per la squadra ed in questo momento particolare dobbiamo restare tutti uniti.  Il vero miracolo è quello di scendere in campo tutte le settimane ma soprattutto quello di essere riusciti a non far scomparire il calcio a Maddaloni”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento