Lo Spartacus Rugby riparte senza Paolisso in panchina

L’allenatore diventerà team manager del club

La stagione sportiva dello Spartacus Rugby Social Club è terminata da qualche settimana e come sempre in questi casi si deve tracciare un bilancio. Un bilancio in cui parlino i numeri per analizzarli e ripartire da quei numeri per migliorarsi. 

La notizia sicuramente più importante è che Vincenzo Paolisso non sarà più il coach dei ‘gladiatori ribelli’. Il vicepresidente sarà una sorta di team manager e curerà anche i progetti fuori dal campo e i rapporti istituzionali. “Una necessità per far crescere una squadra. Ne ho parlato anche col presidente D’Addona e con i ragazzi e ci è sembrata la scelta migliore - dichiara Paolisso - Sarà ancora più stimolante per me far sì che lo Spartacus cresca ancor di più, non solo sul campo da gioco, ma anche in tutto il resto che al giorno d’oggi è fondamentale”.

Per la scelta del nuovo tecnico ci sono ipotesi al vaglio, ma per la prima settimana di settembre potrebbe essere svelato il nome del nuovo allenatore. Un allenatore, però, che farà fare un ulteriore salto in avanti alla squadra. 

Anche per quanto riguarda il prossimo campionato, invece, ci sono delle notizie da dare. L’affiliazione alla FIR è stata già rinnovata ed anche l’iscrizione al prossimo campionato di Serie C è stata perfezionata. E con essa anche le iscrizioni alle squadre Under 12 ed Under 14, che sono ancora in costruzione e soprattutto per il mini rugby (nonostante abbia pochi iscritti al momento), poiché la società sta puntando sui giovanissimi. Per ciò che concerne la Serie C, si partirà come tante altre squadre con una penalizzazione di 4 punti, ma potrebbe esserci una novità per il campionato. Con 2 gironi di Serie C (anziché C1 e C2) in base a merito e storia o addirittura un girone unico di Serie C. Ipotesi che sembra essere ancora in piedi, nonostante, la diffusione delle date di inizio e fine campionati 2019/2020 (22 giornate disponibili). L’unica certezza è che si comincerà il 19 o il 20 ottobre. 

Intanto ci si porta avanti col lavoro e dopo i 46 tesserati di prima squadra della scorsa stagione, sono stati già tesserati il pilone Vincenzo Aliperti, il trequarti, molto duttile, Antonio Della Valle e il mediano di mischia Luigi Ascione ed altri ragazzi potrebbero essere aggregati da settembre. “Stiamo cercando di collaborare con associazioni del territorio che si occupino di sociale e di integrazione per accogliere sia i bambini di famiglie meno abbienti, ma anche di migranti per trasmettere i nostri valori, ma soprattutto per far fare sport a tutti senza nessuna preclusione. Sarà importante, però, allestire rose competitive per le categorie nelle quali concorreremo”, conclude Paolisso.

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

Torna su
CasertaNews è in caricamento