La Pasta Reggia Caserta espugna il Paladelmauro e si aggiudica il derby campano per 70-62

Caserta - Caserta espugna Avellino 70-62 nel campionato di basket di serie A. Partita dai due volti, dominata dalla Sidigas nei primi 20' e dalla Pasta Reggia nella ripresa, che ha espugnato con merito il Paladelmauro, costringendo i padroni di...

dell'agnello juve caserta avellino

Caserta espugna Avellino 70-62 nel campionato di basket di serie A. Partita dai due volti, dominata dalla Sidigas nei primi 20' e dalla Pasta Reggia nella ripresa, che ha espugnato con merito il Paladelmauro, costringendo i padroni di casa a soli 18 punti nei due periodi finali. Polveri bagnate per la Sidigas, ma anche grande carattere da parte della Pasta Reggia, capace di recuperare un distacco che era stato anche di 24 lunghezze al 19' (43/19).

Nel primo tempo Avellino è l'unica padrona del campo, con Caserta che batte in testa e produce solamente 23 punti in 20 minuti. Acker è in ritmo nel primo tempo, crea il parziale assieme a Cervi e soprattutto Buva che nel finale di tempo s'iscrive al match e sembra dare la spallata decisiva dopo la timida rimonta bianconera. Alla pausa è 44-23 con la stoppata dello stesso Buva sul disperato tentativo finale degli avversari.

Al rientro dagli spogliatoi c'è un'altra Caserta, quasi avesse bevuto l'acqua di Space Jam e confeziona un parziale incredibile di 29-9 nel terzo periodo riaprendo tutti i giochi grazie a un sontuoso Cinciarini. L'onda lunga casertana non finisce con l'utlima pausa e Avellino a questo punto perde completamente il filo del discorso. Ciò che riusciva perfettamente ora sembra impossibile. Hunt e Downs aiutano Cinciarini e completano l'opera definitivamente espungando il Pala DelMauro per 70-62 con una delle più incredibili rimonte del recente passato italiano.

Ecco le parole in sala stampa di coach Sandro Dell’Agnello: “Abbiamo giocato un tempo per uno. Avevamo bisogno di una risposta dopo qualche sconfitta, la chiave potrebbe essere la zona match-up o la perdita di fiducia dei nostri giocatori. Noi siamo sempre in emergenza e questo è il regalo più bello che potevamo farci. Nell’intervallo? Ce le siamo dette belle forte dopo Sassari e Reggio Emilia. Il giorno dopo ci siamo chiariti, abbiamo dei limiti ma siamo una squadra di uomini. In questo intervallo non abbiamo alzato la voce, ma ci siamo solo guardati in faccia e detto che non potevamo essere una squadra alla berlina delle altre”.

Queste le dichiarazioni di coach Sacripanti al termine del match: “Abbiamo buttato via una partita per colpa nostra, è inutile girarci intorno. Merito a Caserta per averci creduto. Siamo entrati molli dopo aver comandato nel primo tempo. Ci siamo fatti aggredire, non abbiamo corso, ci è venuta la paura di fare ogni cosa. Nel secondo tempo siamo entrati in campo con troppa presunzione, nonostante gli avvertimenti dati alla squadra nell’intervallo. Le partite si giocano per quaranta minuti. Mi prendo le mie colpe, ho provato a dare tutta la carica possibile e immaginabile. Ci siamo bloccati totalmente. Non abbiamo nulla da nascondere e nessun alibi. Abbiamo fatto male, ci prendiamo le colpe. Poi si possono pensare mille cose e si possono fare mille supposizioni. Non possiamo far altro che recitare mea culpa. Chiedo scusa ai tifosi e ripartire con grande umiltà. Mi dispiace molto”.

SIDIGAS AVELLINO – PASTA REGGIA CASERTA 62 – 70

(24-10, 44-23, 53-52)

Sidigas: Norcino NE, Ragland 5, Green 1, Veikalas 12, Acker 13, Leunen, Cervi 8, Severini, Nunnally 13, Pini, Buva 10, Parlato ne. Allenatore: Sacripanti

Pasta Reggia: Downs 12, Siva 6, Hunt 14, Cinciarini 18, Gravina ne, Jones 8, Gaddefors 7, Ghiacci 2, Giuri3, Ingrosso. Allenatore: Dell’Agnello

Arbitri: Lamonica, Sabetta, Masi

Sidigas: tiri da 2 19/38 (50%), da 3 5/26 (19%), liberi 9/11 (82%), rimbalzi 44 di cui 15 offensivi

Pasta Reggia: tiri da 2 24/38 (63%), da 3 4/24 (17%), liberi 10/14 (71%), rimbalzi 32 di cui 6 offensivi

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento