La ‘dinastia’ dello Scudetto Juvecaserta: Gentile coach come due ex compagni

L’ex capitano segue Esposito e Dell’Agnello alla guida dei bianconeri

Nando Gentile, Sandro Dell'Agnello e Vincenzo Esposito

Una vera e propria ‘dinastia’ di allenatori. I grandi protagonisti dello Scudetto del 1991 targato Phonola Caserta che, a distanza di anni, sono infatti tornati al Palamaggiò come coach dei bianconeri. È questa la statistica curiosa che viene fuori dopo l’ingaggio da parte della Decò Caserta di Nando Gentile, il capitano di quella incredibile squadra che portò per la prima volta il titolo di campione della Serie A nel Mezzogiorno. 

Prima di Gentile c’erano stati altri due compagni a calcare il parquet del Palamaggiò come allenatore: Vincenzo Esposito, ‘El Diablo’, e Sandro Dell’Agnello, ‘Sandrokan’. I risultati, in entrambi i casi, non furono entusiasmanti. Il primo a fare il grande salto come allenatore era stato Esposito nella stagione 2014/2015, quando prese il posto di Zare Markovski, con una squadre reduce da 14 sconfitte consecutive. Pur con grande impegno Vincenzino non riuscì nell’impresa di salvare i bianconeri, perdendo lo ‘spareggio’ a Pesaro.

La retrocessione sul campo venne però cancellata dalla mancata iscrizione al campionato  di Serie A della Virtus Roma, lasciando così spazio alla Juvecaserta. Al timone questa volta arriva Sandro Dell’Agnello, dopo il mancato accordo della società con Esposito. ‘Sandrokan’ reggerà la squadra per tutta la stagione e, pur non entusiasmando mai il pubblico del Palamaggiò, riuscirà a conquistare una sofferta salvezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento