Il Gladiator pareggia in casa con la Fidelis Andria

Del Sorbo risponde a Palazzo nel primo tempo

Il Gladiator conquista il pari contro la Fidelis Andria allo stadio “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere. Botta e risposta tra le due compagini ad inizio primo tempo, poi per l’intero arco del match entrambe provano a segnare il goal decisivo ma il risultato non si smuove dall’1-1. I neroazzurri di Pasquale Borrelli salgono a quota 4 punti, mentre i pugliesi smuovono la propria classifica, in attesa di recuperare il match contro l’Audace Cerignola. Buona la reazione dei padroni di casa dopo l’iniziale vantaggio ospite, con una prestazione combattiva di tutti i reparti. La difesa duella con il forte attacco dei Leoni azzurri, mentre l’attacco tenta il guizzo che non arriva. Ora il Gladiator è chiamato a sbloccarsi in trasferta nel doppio turno fuori casa contro Gelbison ed Agropoli.

PRIMO TEMPO. Nei primissimi minuti le due squadre cominciano a studiarsi ed al quarto d’ora il match si sblocca. Fulminea la ripartenza di Petruccelli che lancia Montemurro in profondità, il calciatore di prima serve Palazzo che ben appostato al limite dell’area lascia partire un destro rasoterra che si infila alle spalle di De Lucia (14’). La reazione del Gladiator è rabbiosa ed immediata. Passano appena tre minuti ed i neroazzurri pareggiano su calcio piazzato. Di Paola batte una punizione dalla trequarti, Del Sorbo anticipa tutti e con una incornata delle sue buca il portiere ospite Segantini per il gol del pareggio (17’). Terzo gol in tre partite disputate al Piccirillo per l’attaccante neroazzurro, tra campionato e Coppa Italia. Le due squadre giocano a viso aperto e non c’è un minuto di tregua. De Lucia respinge il tentativo di Palazzo (19’), mentre Di Paola al 21’ mette al centro per Pesce cha da buona posizione calcia alto (21’). Fuori dallo specchio anche il tentativo di Di Finizio (27’). Gli ospiti si rendono nuovamente pericolosi con la punizione dal limite di Cristaldi che De Lucia respinge in corner (34’). Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa la barriera mura il calcio piazzato di Di Paola (48’), mentre quattro minuti dopo Di Finizio mette Pesce nelle condizioni di tirare dal limite dell’area ma il centrocampista apre troppo il piatto e spedisce il pallone alto sopra la traversa. Al 60’ Borrelli getta nella mischia Vitiello al posto di Pesce. Appena pochi secondi ed è provvidenziale l’intervento di Sall che mura la conclusione a botta sicura di Palazzo. Lo stesso difensore poco dopo si getta in avanti e su corner fa da sponda per Maraucci che non ci arriva per un soffio. Gli ospiti rispondono colpo su colpo e al 66’ creano ancora un’occasione con l’inesauribile Palazzo che calcia da buona posizione ma la risposta di De Lucia è pronta e l’azione sfuma. Il portiere neroazzurro si dimostra insuperabile con altri due interventi nel finale. In primis è fondamentale il balzo felino sul colpo di testa di Kosnic. A dieci minuti dal termine sono vibranti le proteste del Gladiator con il direttore di gara per un contatto in area tra Del Sorbo e Montemurro giudicato regolare. De Lucia ancora decisivo all’84’ quando tocca in corner quel tanto che basta la staffilata di Tedesco. Ultima emozione di una partita che finisce 1-1.

GLADIATOR-FIDELIS ANDRIA = 1-1

GLADIATOR: De Lucia, Pantano, Andreozzi (77’ Odjé), Pesce (60’ Vitiello), Maraucci, Sall, Landolfo, Di Finizio (73’ Marzano), Del Sorbo, Di Paola (82’ Guida), Di Pietro. A disposizione: Zagari, Ioio, Di Monte, Varriale Vincenzo, Celentano. Allenatore: Pasquale Borrelli

FIDELIS ANDRIA: Segantini, Zingaro, Montemurro (87’ Bedin), Porcaro (73’ Di Filippo), Della Corte (82’ Banegas), Cristaldi (61’ Tedesco), Kosnic, Petruccelli, Palazzo, Catalano, Cipolletta. A disposizione: D’Andrea, Massa, Gava, Varriale Antonio, Muratore. Allenatore: Giancarlo Favarin

RETI: 14’ Palazzo (F), 17’ Del Sorbo (G)

ARBITRO: Giorgio Bozzetto della sezione di Bergamo (assistenti: Massimiliano Starnini di Viterbo e Andrea Pasqualetto di Aprilia)

NOTE: Ammoniti: Pantano, Di Pietro, Del Sorbo (G), Cipolletta, Kosnic, Montemurro (F). Angoli: 4-6. Fuorigioco: 3-1. Recupero: 0 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo. Spettatori: 650 circa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Folgorato durante i lavori in casa, operaio muore a 34 anni

  • TERREMOTO Trema ancora la terra nel casertano

  • Latitante arrestato in una villetta dopo un blitz di carabinieri e polizia

  • "Faccio una vita da 30mila euro al mese", la confessione al telefono del medico corrotto

  • TERREMOTO Scossa avvertita nel casertano

  • La morsa del maltempo non lascia la provincia di Caserta: prorogata l'allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento