Cristian Riccardo in Nazionale, il doppio orgoglio del sindaco Renzo Lillo

Il primo cittadino di Casapulla è stato lo storico presidente della società dove è nato e cresciuto il talento azzurro

La Nazionale Under 14 dell'Italia

Oggi si chiude il prestigioso Trofeo BAM in Slovenia, riservato alle rappresentative Nazionali Under 14. L’Italia con uno sciagurato finale ha sprecato contro Israele la possibilità di giocarsi la finale per il primo posto contro i padroni di casa. Ma l’euforia e l’entusiasmo a Casapulla è intatta, poiché alla competizione ha partecipato un giovane concittadino, meritandosi il plauso e la stima di tutti. All’apice dell’entusiasmo di tanti amici, compagni di squadra, dirigenti del Basket Casapulla e tutti i conoscenti si collocaquello del sindaco della città, Renzo Lillo che all’orgoglio del primo cittadino unisce anche quello derivante dalla circa trentennale presidenza della società.

“La partecipazione di Cristian in questa competizione ci riempie di gioia e siamo contenti per lui e la sua famiglia di aver potuto fare questa esperienza che lo arricchirà ulteriormente nella sua vita umana e professionale. Riccardo è uno di quei ragazzi che ogni allenatore vorrebbe guidare, umile, dedito al sacrificio, desideroso ddi apprendere sempre più, tutte qualità che portano a pronosticare per lui un luminoso futuro nel basket”.

E’ la prima volta che un atleta casapullese riesce a raggiungere un tale ambito traguardo, si aspettava la società questa gratificazione?

“Diciamo che l’exploit raggiunto dal nostro atleta, a prescindere dai suoi indiscussi meriti, è il frutto di anni di lavoro e di sacrifici da parte dei dirigenti e tecnici del Basket Casapulla. Egli è un 2005 ma fin dai ragazzi classe ’98 abbiamo sempre inviato alle varie convocazioni delle rappresentative interzonali un nostro tesserato. Quella di Cristian rappresenta la ciliegina sulla torta di una semina cche ha dato sempre i suoi frutti”.

Nelle convocazioni abbiamo letto ‘One Basket Casapulla’ alla voce società di appartenenza…

“La One Basket Team è un consorzio che abbiamo fondato qualche anno fa facendo tesoro della collaborazione tra diverse società cestistiche della provincia di Caserta. La casa madre è Casapulla, ma ne hanno fatto parte e tuttora è costituito anche da altre realtà sia del capoluogo che di Maddaloni, San Nicola e così via. A questo proposito colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che giorno dopo giorno lavorano al progetto, a cominciare dal presidente Pasquale Orlando e a tutti i tecnici impegnati con le nostre squadre giovanili”.

Fin qui l’aspetto tecnico. Da sindaco di recente nomina, Renzo Lillo vuole porre l’accento anche sull’importanza che lo sport può avere sulla vita sociale e culturale della comunità.

“Chi mi conosce sa bene che ho sempre creduto nei valori derivanti dalla pratica sportiva. Non a caso per oltre trent’anni ho presieduto la società di basket cittadina con la conseguenza che la bontà del lavoro svolto mi ha portato anche ad assumere responsabilità dirigenziali a livello regionale. Questa esperienza di Riccardo in nazionale deve essere da stimolo per fare sempre meglio e dare ancora di più per la nostra comunità”.

Oggi la finale per il terzo posto e poi la truppa azzurra scioglierà le righe e Cristian potrà tornare dopo circa 20 giorni a casa. Pensa che l’amministrazione organizzerà qualcosa in suo onore?

“Ci sto riflettendo da giorni – conclude Lillo – sicuramente qualche cosa faremo, ma non vorrei caricare troppo di responsabilità un atleta che in fondo è ancora un ragazzino di 14 anni. Ma poi mi rendo conto che il carattere di Cristian, pacato, umile, senza tanti grilli per la testa, lo rende esente da qualsiasi tentazione. Al di là di cosa faremo per lui, per ora voglio solo dirgli bravo e continua sempre così”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • 11 ARRESTI Spaccio di coca col 'permesso' dei Casalesi, sgominate le bande

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

Torna su
CasertaNews è in caricamento