Casertana, un altro flop. La Vibonese rimonta e vince

Non basta il vantaggio di Castaldo. Redolfi e Battista la ribaltano

L'esultanza della Casertana dopo il gol di Gigi Castaldo (foto Angela Della Rotonda)

Prima partita di un trittico ravvicinato e la Casertana torna al Pinto dopo la pregevole trasferta di Catanzaro. La missione è quella di battere la Vibonese per ritrovare una vittoria interna che latita ormai da più di tre mesi ed ancor più per sopravanzare nuovamente i calabresi che domenica scorsa hanno effettuato il sorpasso in classifica. Una carenza di successi che ha fatto storcere il naso alla maggior parte dei sostenitori rossoblù e che appunto nei 90’ del Ceravolo hanno intravisto una decisa inversione di marcia da parte dei falchetti. Una marcia da invertire immediatamente anche in considerazione dei risultati maturati nel primo pomeriggio e ancor più per via dei due scontri diretti che si giocano in contemporanea con il match del Pinto. Rende-Avellino e Picerno Bisceglie infatti lascerà qualche vittima sul campo ed una eventuale vittoria sulla Vibonese ricaccerebbe a distanza di sicurezza la zona pericolosa per la Casertana.

LE SCELTE. L’imminente triplice impegno ravvicinato impone qualche variazione in tema di scelta dei due allenatori. Ginestra è privo di Silva ma recupera D’Angelo e Petta nell’undici titolare; l’altro assente aa Catanzaro, Zito, va in panchina insieme a Longo per far spazio a due esterni che in parte consentono maggiore minutaggio tra gli under. Modica che resta in tribuna per la nota e lunga squalifica ha tutti a disposizione ad eccezione di Ciotti ma comunque opta per una rosa ridotta portando in panchina solo 9 elementi. Signorelli vince il ballottaggio con Tumbarello mentre si riprende il ruolo di ispiratore della manovra Petermann. Anche Taurino resta fuori dall’organico mentre in campo va l’altro ex rossoblù Fabio Tito, sempre più padrone della fascia sinistra.

PRIMO TEMPO. Al 4’ la Casertana produce la prima azione offensiva: apertura di Santoro per Zivkov il cui cross viene deviato da Castaldo di testa, con la palla che si perde di poco alta. Esaurita questa iniziativa il taccuino resta vuoto per lunghissimo periodo; la Casertana non riesce ad impostare azioni manovrate e spesso si affida ai lanci lunghi per Castaldo sul quale interviene sempre in anticipo il portiere Greco che esce anche fino alla tre quarti. Dopo una innumerevole serie di errori tecnici che non consentono alle due squadre di costruire granché la svolta arriva al 33’ quando Castaldo, ben servito da Starita, penetra in area affrontato da Rezzi e Signorelli in maniera falloso a giudizio dell’arbitro che assegna il rigore alla Casertana, Rigore che lo stesso trasforma alla destra di Greco. Dopo un minuto di recupero termina un primo tempo noioso e avarissimi di occasioni da gol, con la Casertana in vantaggio mercé un rigore trasformato da Castaldo tornato a segno dopo quattro giornate di digiuno ed al secondo gol nel girone di ritorno. Si chiudono nel contempo sullo 0-0 le altre due partite che si giocano in contemporanea e che vedono direttamente interessate anche la Casertana.

SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa Modica (e per lui Facciolo) rivoluziona la sua squadra inserendo ben 4 elementi freschi per cercare di confondere le idee a Ginestra e pervenire al pareggio. Nei primi minuti del secondo tempo qualche nota di cronaca più consistente con Raione che resta fuori per un paio di minuti, con Facciolo che viene espulso per proteste e con l’ingresso in campo di Zito al posto di un evanescente Santoro. Al 16’ il primo tentativo della Vibonese con un tiro Bubas che però Cerofolini controlla agevolmente. Al 19’ la Vibonese agguanta il pari: c’è una azione che si sviluppa sulla sinistra con un cross (ma la palla sembra aver varcato la linea di fondo) per il centro area dove si accende un batti e ribatti concluso con un gran sinistro di Redolfi che si infila all’incrocio alla sinistra di Cerofolini. Un giro di lancette e Castaldo riporta avanti la Casertana ma sul cross dalla sinistra il secondo assistente, Feraboli di Brescia, pesca l’attaccante in posizione di fuorigioco. Per la Casertana è tutto da rifare e intorno al 20’ i falchetti operano un vero e proprio assedio che producono però solo una traversa di castaldo ed un paio di calci d’angolo. Al 39’ il risultato si ribalta: una veloce ripartenza ospite proietta Battista sulla fascia destra ed il neo entrato, appena in area scocca un tiro che beffa Cerofolini sul primo palo. Con i risultati che maturano sugli altri campi la situazione dei falchetti diventa grave. La fibrillazione e la frenesia gioca brutti scherzi ai falchetti che concedono al 42’ la più ghiotta occasione alla Vibonese per chiudere i conti ma un prodigioso recupero su Bubas. Un minuto dopo è Greco a dover distendersi sulla sua destra per sventare una pericolosa conclusione di Castaldo. L’arbitro concede 4’ di recupero durante i quali non succede più nulla e per i falchetti matura la terza sconfitta casalinga che li fa precipitare a soli due punti dalla zona play out. Fisci in abbondanza dagli spalti per una squadra che non riesce più a ritrovare se stessa.

CASERTANA-VIBONESE 1-2

CASERTANA (3-5-2): Cerofolini; Rainone (63’ Ciriello), Petta, Caldore; Adamo, D’Angelo, Santoro (55’ Zito), Tascone, Zivkov (71’ Lezzi); Starita (71’ Origlia) Castaldo. A disp. Crispino, Galluzzzo, Longo, Matese, Laaribi, Varesanovic, Paparusso, Corado. All. Ciro Ginestra

VIBONESE (4-3-3): Greco; Malberti, Redolfi, Altobello (46’ Del Col), Tito (46’ Tumbarello); Rezzi (46’ Marhous), Petermann, Signorelli (46’ Pugliese); Bernardotto, Bubas, Emmausso (62’ Battista). A disp. Mengoni, Prezzabile, Napolitano, Sgambati. All. Michele Facciolo (Giacomo Modica squalificato)

ARBITRO: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna (Pietro Latanzi di Milano e Luca Feraboli di Brescia

RETI: 33’ Castaldo (rig.); 65’ Redolfi; 78’ Battista

NOTE: pomeriggio primaverile con qualche alito di vento; terreno in non buone condizioni; spettatori 600 circa di cui una mezza dozzina di tifosi provenienti dalla Calabria; angoli 4-0 per la Casertana; ammoniti Tascone, Rezzi, Zivkov, Lezzi, Origlia, Pugliese; espulso al 10’ st l’allenatore ospite Facciolo; recupero 1’ e 4'

27^ GIORNATA – LE GARE IN PROGRAMMA Casertana - Vibonese 1-2 Catania - Ternana 0-0 Cavese - Bari 1-1 Monopoli - Sicula Leonzio 0-1 Picerno - Bisceglie 1-0 Reggina - Paganese 3-0 Rende - Avellino 0-1 Rieti - Teramo 0-2 Viterbese - Potenza 1-3 V. Francavilla – Catanzaro 4-0

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA CLASSIFICA Reggina 63 Bari 55 Monopoli 51 Ternana 49 Potenza 49 Catanzaro 42 Teramo 40 Catania 38 V. Francavilla 37 Viterbese 35 Paganese 34 Vibonese 35 Avellino 34 Cavese 34 Casertana 31 Picerno 29 Sicula Leonzio 22 Bisceglie 19 Rende 17 Rieti (-5) 12

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento