Casertana. Presentato Nello Di Costanzo: “Felice di fare da mentore a Esposito”

D’Agostino: “Ci doteremo di uno staff tecnico tutto nostro e di gran spessore”

Esposito, D'Agostino e Di Costanzo

Annunciata nel corso della notte, si è svolta regolarmente la conferenza stampa per presentare il nuovo direttore tecnico della Casertana Nello Di Costanzo e per ribadire che la responsabilità della panchina resta sulle spalle di Lello Esposito. Una scelta fatta dalla società per confermare la fiducia al giovane allenatore e nel contempo mettergli a fianco un uomo esperto con il compito di farlo crescere nei difficili meanddri del calccio.

“La partita di Rende – ha esordito il presidente Giuseppe D’Agostino – ci ha lanciato chiari segnali: la squadra c’è e vuole proseguire il percorso indicato, ma bisogna dotare lo staff della necessaria esperienza per evitare certi errori del passato. Sicuramente sarà una scelta alquanto anomala, ma l’esperienza di Di Costanzo e l’entusiasmo di Esposito potranno costituire un binomio vincente. Siamo dell’idea di crearci uno staff tecnico tutto nostro che non implica ogni anno di dover cambiare e ricominciare il lavoro sempre daccapo”.

“Sono lusingato – ha detto il nuovo direttore tecnico – della proposta che mi è pervenuta e vengo a Caserta con piacere e l’ambizione di fare bene. Tante volte sono stato vicino a questa panchina ed oggi si realizza il mio sogno. Sarò il referente del presidente di ciò che succede o che dovrebbe succedere in campo. Ho visto in tv la partita di ddomenica e l’atteggiamento della squadra a Rende ha fornito delle utili indicazioni. E’ per me un onore aiutare un giovane di valore come Esposito a crescere professionalmente e mi metterò a completa disposizione sua e della squadra”.

Infine è toccato all’allenatore promosso da secondo a titolare. “Voglio ringraziare il presidente della fiducia che ha riposto in me con questa scelta. Mi sta offrendo l’occasione della vita e mi dovrò impegnare al massimo per non deludere le aspettative di tutti”. A margine della conferenza si è parlato inevitabilmente anche di altro. D’Agostino sta prendendo in considerazione di abolire il silenzio stampa che ha incrinato i rapporti con i media negli ultimi giorni, come pure ha spiegato le motivazioni che hanno spinto all’esonero di Fontana.

“La decisione era nell’aria da tempo – ha spiegato il presidente – ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l’atteggiamento verso i tifosi al termine della partita con la Paganese”. E a chi gli faceva notare che anche Martone non ha scatenato l’entusiasmo della piazza in quel turbolento dopopartita, ribatteva che i gesti del consulente non erano diretti alla tribuna, bensì ad egli stesso. E proseguiva dicendo che Martone continuerà a lavorare in società perché in tre anni non ha sbagliato quasi niente e lavorando in modo indifesso nell’interesse dei colori rossoblù.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nei verbali di Schiavone jr spunta il nome di un altro big della politica

  • Cronaca

    L’Antimafia sequestra villette e conti correnti al ‘professore’

  • Cronaca

    Condannati in 7, ma viene annullata la confisca

  • Cronaca

    Vandali in azione nel vicolo dedicato a Marzaioli | FOTO

I più letti della settimana

  • Fuga da Caserta: in un anno sono "scappate" oltre 12mila persone

  • Anziana "torturata" in ospedale: denunciati medici ed infermieri

  • Furgone travolge la struttura del Ponte di Ercole | FOTO E VIDEO

  • Una discoteca vicino l’Eurospin. In aula scoppia la nuova polemica

  • Il sindaco incassa la tangente del capoclan: 100mila euro nascosti nella sua borsa da medico

  • Arrestati 2 fratelli casertani: in Colombia per la cocaina della 'Ndrangheta

Torna su
CasertaNews è in caricamento