La Casertana torna alla vittoria nel derby con la Cavese

Una doppietta di Starita spiana la strada per il ritorno alla vittoria

La Casertana e’ tornata alla vittoria contro la Cavese (foto Angela Della Rotonda)

Un derby per ritornare a volare; un amarcord per ritrovare il sorriso: la Casertana affronta nel saturday night la Cavese con l’imperativo categorico di conquistare i tre punti per mettere fine ad un digiuno che dura da tanto, troppo tempo. Ed alla parola derby si scatenano le fantasie dei tifosi. E’stato quello con l’Avellino in casa a sanzionare l’ultima vittoria dei falchetti; è stato quello con la Paganese – sempre al Pinto a decretare la prima sconfitta della stagione tra le mura amiche.  Questa sera c’è la Cavese e il suo momento magico che le ha consentito di prendere il largo in classifica fino a portarsi a ridosso della zona play off. Cavese che ha alla guida tecnica il duo Campilongo-Vanacore, composto da ex falchetti: il primo nella triplice veste di calciatore, direttore sportivo e allenatore, il secondo più semplicemente da calciatore, portato all’ombra della Reggia proprio dal suo attuale ‘primo’ nell’estate del 2002. Ma la Casertana non può stare e rimirare le mirabilie che i suoi ex stanno operando in veste blufoncé, bensì trovare i meccanismi gisuti per dimostrare che il progetto di D’Agostino, Violante e Ginestra non è proprio da buttar via, ma il viatico da cui ripartire quando gli eventi e la fortuna decidono di invertire una rotta a dir poco producente per le sorti del calcio cittadino.

LE SCELTE. Ginestra non deve scervellarsi troppo per trovare l’undici da mandare in campo. La formazione è pressoché fatta dal giudice sportivo e dallo staff sanitario. Fermi al palo per un turno di squalifica Santoro e Tascone, restano out per malanni vari Rainone (setto nasale fratturato), Zito (Caviglia gonfia) e Zivkov (attacco febbrile). La valu6tazione della rifinitura suggerisce un turno di riposo anche per Laaribi non al top della condizione. Confermata la difesa e la parte destra del centrocampo, mentre la fascia sinistra è affidata ai giovani Adamo e Clemente con Varesanovic che oèera in cabina di regia. Starita e Castaldo sarà la collaudata coppia offensiva con Corado pronto a dare il suo apporto dalla panchina. Campilongo vede tramontare la possibilità di schierare Matino nel suo solito ruolo di esterno basso della sua difesa; il resto del gruppo è a completa disposizione ed il tecnico di Fuorigrotta opta per un mini turnover che lascia inizialmente in panchina Bulevardi, Di Roberto e Cesaretti che non ha convinto del tutto nelle recenti uscite. Confermato il modulo ad una punta e sarà Sainz-Maza a giostrare tra le linee di centrocampo ed il terminale offensivo rappresentato dal prolifico Germinale. 

PRIMO TEMPO. Non c’è bisogno di particolari accorgimenti iniziali, le due squadre si conoscono fin troppo bene e subito la Casertana si rende pericoloso con un cross dalla sinistra che Spaltro non intercetta ma coglie in controtempo Castaldo che non riesce ad essere incisivo. Su capovolgimento di fronte la Cavese conquista un angolo sugli sviluppi del quale prima Polito e subito dopo Marzoraticolpiscono la traversa. Al 12’ Varesanovic si fa vedere con un calcio di punizione dalla distanza che non crea problemi a Bisogno. Esaurita troppo presto la fiammata iniziale, il gioco si adagia su ritmi che benché sostenuti non danno adito a manovre di un certo spessore tecnico. Poco dopo la mezz’ora la Casertana cerca di stringere i tempi portandosi spesso in area ma senza procurare particolari affanni aBisogno con quest’ultimo chiamato al 33’ a bloccare in presa alta una nuova punizione di Varesanovic.Al 36’ c’è Ricchi che prova da molto lontano, ma il suo sembra più un tiro di alleggerimento con la palla che si perde a lato della porta di Crispino.  Al 41’ è Matera a cercare una percussione al limite dell’atre dove viene contrato da Petta e l’azione sfuma. La Casertana riparte e conquista un angolo con l’invito per D’Angelo che batte a rete chiedendo un tocco di braccio di un difensore avversario; l’arbitro lascoia proseguire. Passa un minuto e Castaldo pesca un violento diagonale con la palla che finisce a lato.  Dopo 3’ di recupero tutti negli spogliatoi e Casertana ancora una volta invitata dai tifosi a dare qualcosa in più per cercare di invertire una rotta che la vede in chiaro debito di credenziali nel corso di questo scorcio di stagione. 

SECONDO TEMPO. Si riparte con gli stessi undici del primo tempo e Casertana subito in avanti con la solita punizione di Varesanovic che chiama alla presa alta Bisogno. Al 3’ la gara si sblocca: c’è un lungo lancio per Adamo sulla sinistra con successivo suggerimento al centro dove Starita di prima intenzione mette alle spalle di Bisogno. La reazione ospite si materializza con una conclusione da fuori di Spaltro molto alta rispetto alla porta di Crispino. Fra i due episodi però c’è da registrare una ammonizione per Castaldo che comporta un turno di squalifica ne prossimo appuntamento di Monopoli. La Casertana può approfittare di qualche spazio che la Cavese è costretta a cedere ed al 15’ mette in cassaforte il vantaggio: questa volta il lancio in profondità è di Varesanovic sul quale si avventa Starita e da posizione angolata trafigge Bisogno. Campilongo corre ai ripari e con tre cambi rivoluziona la Cavese sperando di dare la sterzata giusta ad una gara che si è messa nettamente in salita. La Casertana gioca sul velluto e Castaldo si concede anche qualche giocata di fino che manda in sollucchero gli spalti. Silva potrebbe arrotondare al 21’ ma la sua bordata da dentro l’area colpisce in pieno un difensore e la palla viene respinta. La Cavese cerca di giocare ma il filtro di centrocampo rossoblù non concede spazi alla manovra blufoncé. All’83’ De Rosa – appena entrato – trova sulla traiettoria della sua punizione un attento Crispino. Finisce dopo 5’ di recupero con la Casertana che torna alla vittoria dopo circa due mesi ed ora la classifica è meno asfittica.

CASERTANA-CAVESE​2-0

CASERTANA (3-5-2): Crispino; Petta, Silva, Caldore; Longo, D’Angelo, Varesanovic (89’ Ciardulli), Clemente (83’ Matese), Adamo (89’ Paparussso); Starita (80’ Origlia), Castaldo. A disp. Cerofolini, Galluzzo, Ciriello, Lezzi, Corado. All. Ciro Ginestra

CAVESE (4-4-1-1): Bisogno; Polito (61’ Bulevardi), Marzupio, Marzorati, Ricchi; Spaltro, Castagna (86’ Cernaz), Matera (61’ Cesaretti), Russotto (61’ Di Roberto); Sainz-Maza; Germinale (82’ De Rosa). A disp. D’Andrea, Abibi, Favasuli, De Luca. All. Antonio Gentile (Campilongosqualificato)

ARBITRO: Andrea Colombo di Como (Nicola Mariottini di Arezzo e Francesco Cortese)

RETI: 48’ e 60’ Starita

NOTE: serata mite, terreno in non perfette condizioni; spettatori 500 circa con assenza di tifosi ospiti; angoli 4-1 per la Casertana; ammoniti Polito, Varesanovic, Germinale, Castaldo, Matera, Bulevardi, Cesaretti De Rosa, Longo; recupero 3’ e 5’

29^ GIORNATA - LE GARE IN PROGRAMMA

Bari - Avellino                      

Casertana - Cavese    2-0         

Catania - Vibonese              

Paganese - Teramo             

Potenza - Catanzaro            

Reggina - Monopoli              

Rende - Viterbese                

Rieti - Sicula Leonzio               

Ternana - Bisceglie                   

V. Francavilla - Picerno

LA CLASSIFICA

Reggina​​66

Bari​​56

Monopoli​54

Potenza​​52

Ternana​​49

Catanzaro​42

Catania​​41

Teramo​​40

Vibonese​38

Viterbese​38

V. Francavilla​37

Avellino​​37

Cavese​​37

Casertana​35

Paganese​34

Picerno​​29

Sicula Leonzio​23

Bisceglie​19

Rende​​17

Rieti (-5)​12

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Mamma e figlio di nuovo positivi al coronavirus dopo essere guariti

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento