Liccardi illude il Gladiator, il Canicattì rimonta e vince

Nerazzurri sconfitti nella gara d'andata dei play-off nazionali

Liccardi esulta dopo aver segnato il gol del vantaggio

Il Canicattì si aggiudica il primo round delle semifinali dei play-off nazionali contro il Gladiator. I nerazzurri dopo essere passati in vantaggio al 37’ grazie al gol di Vincenzo Liccardi (di testa su cross di Di Paola), si sono visti raggiungere da Rosella (39’) e poi superare al 64’ da D’Angelo che ha incornato un calcio d’angolo di Maggio. Tutto sarà deciso nella gara di ritorno in programma domenica prossima allo stadio Piccirillo di Santa Maria Capua Vetere.

PRIMO TEMPO. La prima occasione ad inizio match la crea Lupo che calcia rasoterra, facile la presa per il portiere neroazzurro De Lucia (5’). La prima fase di gioco è caratterizzata da molti falli e a farne le spese sono Maggio da una parte e Ioio dall’altra, entrambi vengono sanzionati con il giallo. Al quarto d’ora la squadra siciliana costruisce la prima palla gol. Angelo Caronia scende sulla fascia sinistra e pesca al centro dell’area l’indisturbato Malluzzo, la conclusione di quest’ultimo esce di poco a lato. La risposta del Gladiator arriva al 26’: Di Paola prende la mira e da fuori spedisce a lato. Passano cinque minuti ed i sammaritani vanno vicinissimi al vantaggio. Scielzo vede la sovrapposizione di Viglietti che di prima intenzione crossa al centro: il traversone colpisce l’incrocio dei pali, la sfera torna in campo ma l’azione sfuma. Al 37’ il Gladiator raccoglie i frutti del dominio territoriale e si porta in vantaggio. Di Paola crossa al centro per l’onnipresente Liccardi che stacca di testa e gonfia la rete facendo esplodere di gioia il settore ospiti occupato dai tifosi neroazzurri. Secondo goal nei play-off per il “Toro” che colleziona la marcatura numero 15 in stagione. La gioia sammaritana dura pochissimo. Passano soltanto centoventi secondi e i padroni di casa trovano il pareggio immediato. Da un cross dalla trequarti di Angelo Caronia, Rossella in area colpisce la sfera e la spedisce alle spalle di De Lucia (39’). Si torna così negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa i padroni di casa si rendono subito pericolosi con Iraci che non inquadra lo specchio della porta al 47’. La pressione dei biancorossi è veemente e al 56’ D’Angelo, su una punizione battuta da Maggio, manca la deviazione da buona posizione. Il Canicattì comincia un vero e proprio assedio, al 58’ Caronia si accentra dalla sinistra, entra in area e calcia ma la sua conclusione si infrange sul palo. Credendino al 60’ deve effettuare la prima sostituzione per l’infortunio di Ioio che si fa male in un contrasto di gioco, al suo posto entra Vincenzo De Rosa In attacco pericolosi Liccardi e Di Paola che cercano di impensierire la difesa locale con due conclusioni che però trovano molto attento il portiere Iacono. La squadra biancorossa spinge ancora ed alla fine trova il gol del sorpasso. Su azione di calcio d’angolo, Angelo Caronia pesca sul secondo palo D’Angelo che da due passi schiaccia in rete il gol del 2-1. Il tecnico neroazzurro Credendino cambia le carte in tavola e schiera Cerrato che prende il posto dell’esausto Liccardi. Al 76’ Manzi sfiora il pareggio sulla punizione calciata da Vitiello. Assalto finale con le progressioni di Di Paola che vengono intercettate. Entra anche Pesce al posto di Di Pietro, ma il portiere Iacono blocca gli ultimi tiri e permette al Canicattì di difendere la vittoria per 2-1. Per i Gladiator la conquista della finalissima play-off passa per il “Piccirillo”.

CANICATTI’-GLADIATOR = 2-1

CANICATTI’: Iacono, Ferotti, Cammareri, Lupo, D’Angelo, Maggio, Iraci (89′ Polito), Comegna (80’ Giglio), Malluzzo, Rosella, Caronia Angelo. In panchina: Lo Iacono, Tedesco, Caronia Vittorio, Di Mambro, Violante, Di Mercurio. Iezzi. Allenatore: Nicolò Terranova

GLADIATOR: De Lucia, Caccia, Viglietti, Vitiello, Manzi, Ioio (60’ De Rosa), Di Paola, Andreozzi, Liccardi (74’ Liccardi), Scielzo, Di Pietro (83’ Pesce). In panchina: Merola, Landolfo, Fusco, Montano, Saccavino, Esposito. Allenatore: Vincenzo Credendino

RETI: 37’ Liccardi (G), 39’ Rosella (C), 64’ D’Angelo (C)

ARBITRO: Erminio Corberi della sezione di Arezzo (assistenti: Stefano Galimberti di Seregno e Matteo Besozzi di Sondrio)

NOTE. Ammoniti: Maggio (C); Ioio (G). Angoli: 9-6. Recupero: 1 pt, 5 st. Spettatori: 1300 (di cui 100 da Santa Maria Capua Vetere)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento