Il casertano Ansalone guida l’Italia sul podio del Mondiale di tiro a volo

Il campione europeo con Fabbri e Camisotti al terzo posto nella specialità Fossa Universale

Il trio italiano composto da Ansalone, Fabbri e Camisotti

Si sono conclusi domenica a Ychoux Aquitaine, in Francia, i Campionati del Mondo ditiro a volo, per la specialità Fossa Universale. Oltre 600 gli atleti in gara in rappresentanza di 15 nazioni, che si sono sfidati in quattro giorni di competizione sparando 50 piattelli al giorno. 

Per l’Italia è arrivato il gradino più basso del podio: a vincere infatti è stato il Sud Africa con 583 piattelli su 600,al secondo posto si è classificata l'Australia con 582 piattelli, terzi gli azzurri con 581 piattelli. 

La squadra italiana, formata da tre elementi, era composta dal 33enne marcianisano Antonio Ansalone, che ha avuto uno score personale di 195 piattelli rotti su 200. Gli altri due componenti la squadra italiana erano Nicolò Fabbri ed Alessandro Camisotti

L’ennesima affermazione quest’anno per Ansalone, che ha già vinto il campionato Europeo in Slovenia dello scorso 2 giugno e il 14 luglio scorso a Todi ha vinto il secondo campionato italiano di fila, per la categoria Fossa Universale, con uno score di 196 su 200 piattelli. Durante il 2019 vi sono state altre affermazioni del campione di Marcianise,  come il Grand Prix of Italy, tenutosi sempre a Todi, per la specialità Fossa Universale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Inchiesta sul 'pezzotto', parla l'avvocato: "Ecco quali reati possono essere contestati"

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento