Calcio a 5. Dicembre amaro per il Casaluce, zero punti nelle ultime due gare

La formazione di mister D’Ambrosio sta pagando le tante assenze per infortuni

E’ un panettone amaro quello che dovranno ingoiare dirigenza e squadra del GS Casaluce dopo la seconda sconfitta consecutiva subita in campionato che ha permesso al Montemaggiore, vittorioso ieri per 3 reti a 2, di conservare la sua imbattibilità in campionato e di occupare, assieme al Marcianise, vittorioso anch’egli nell’ottava di campionato sul campo ostile del Softmarine, il primo posto in classifica a pari punti con la sempre capolista Casaluce. La formazione casaluce però vede con preoccupazione questa situazione che si è venuta a creare in vista dei futuri impegni che dovrà affrontare subito dopo la pausa natalizia, a partire dal prossimo mese di gennaio, quando però, il vento che oggi soffia contrario stando alle previsioni dovrebbe gradualmente cambiare direzione e mettersi di poppa alla corazzata Casaluce.

Infatti la compagine del presidente Salvatore Fusco potrebbe recuperare qualche calciatore acciaccato come il capitano Vincenzo Giusti ed il pivot Gianluca Fusco, ancora in fase di recupero dopo l’intervento al menisco ma è quasi pronto a fare il suo debutto, e qualchedun altro che magari rientra dopo un lungo periodo di squalifica, come il centrale difensivo Biagio Montella, oppure il fantasista Antonio Di Gennaro, che sarà nuovamente a disposizione, essendo oramai cessata l’esigenza personale che lo ha dovuto costringere a stare lontano dai campi da gioco per l’intero mese di dicembre. Assenze che hanno creato un vuoto all’interno del gruppo allenato da mister Fernando D’Ambrosio, tale da non consentire alla squadra di esprimersi al massimo e che con tanto affanno è riuscita a conservare il vertice della classifica, complice anche la sconfitta di ieri dello Sporting Tigre Acerra, caduto sul campo del Sinuessa e che, in caso di vittoria, sarebbe balzata da sola in cima alla classifica con un punto di vantaggio sul trio Casaluce-Marcianise-Montemaggiore.

Ad esprimere il proprio malessere e dispiacere per un Casaluce “smarrito” che da un mese a questa parte non riesce più a vincere in campionato a causa delle troppe assenze è il numero due del Casaluce, il ds Gennaro Verazzo che fa anche il punto della situazione: “Non vedevamo l’ora che finisse questo 2018 – esclama Verazzo - stiamo soffrendo incredibilmente in questo rush di fine anno in quanto non riusciamo ad esprimere al massimo il nostro gioco per via delle tante assenze ma dopo la sosta natalizia recupereremo sicuramente qualche giocatore importante dando inoltre la possibilità a chi ne avrà bisogno di riprendere la sua condizione atletica”.

In merito invece alla gara giocata sabato sul campo del Montemaggiore persa per 3 a 2, secondo Verazzo, “si è trattato di una partita condizionata dal Direttore di Gara, timido e non all’altezza della situazione, perché onestamente l’avversario che avevamo di fronte era poca roba, e nonostante la nostra squadra fosse decimata e privata pure del Mister espulso dall’arbitro nel corso del primo tempo, lo abbiamo schiacciato per tutta la partita e i tre goal subiti sono scaturiti da tre loro ripartenze su altrettante nostre disattenzioni. Intanto – conclude – per adesso ci teniamo stretto il primo posto in classifica, anche se non più in solitaria, ma sempre di primo posto trattasi per via della differenza reti e la Final 4 conquistata in settimana, e comunque, a partire da Gennaio, sarà tutto diverso. Anno nuovo e musica nuova”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento