De Laurentiis: 'Dedicato a Marino, Reja e i ragazzi'

Napoli - "Non avevo dubbi prima, non mi esalto adesso". Aurelio De Laurentiis non si lascia andare a facile trionfalismi. Realista e sobrio dopo la prima sconfitta col Cagliari, serafico e tranquillo dopo il boom del Friuli. "Noi in Italia siamo...

"Non avevo dubbi prima, non mi esalto adesso". Aurelio De Laurentiis non si lascia andare a facile trionfalismi. Realista e sobrio dopo la prima sconfitta col Cagliari, serafico e tranquillo dopo il boom del Friuli. "Noi in Italia siamo abituati a passare dal cielo alla polvere e viceversa. Dobbiamo invece essere coscienti che qui a Napoli c'è un gruppo tecnico ed un progetto societario solido alle spalle di tutto che lavora per il futuro. Oggi, certo, sono contento e soprattutto per 3 categorie di persone: per primo Marino che è venuto qui a vincere ad Udine, in una città che ne ha consacrato la professionalità e perché ha dimostrato quanto valgono i suoi acquisti di quest'anno. Poi per Reja, un tecnico che al di là di ciò che possano dire i soloni è un uomo prezioso e di grande strategia. Infne per i giocatori, un gruppo di uomini dal cuore grande"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento