Procida premia lo sport

Procida - Procida ha suggellato gli sport minori con una splendida manifestazione svoltasi nei giorni scorsi nell’auditorium della Scuola Media “A. Capraro”, di fronte ad un folto pubblico composto da addetti ai lavori, atleti, insegnanti, ragazzi...

Procida ha suggellato gli sport minori con una splendida manifestazione svoltasi nei giorni scorsi nell’auditorium della Scuola Media “A. Capraro”, di fronte ad un folto pubblico composto da addetti ai lavori, atleti, insegnanti, ragazzi.
Un parterre di ospiti d’eccezione, per la gioia di grandi e piccini, ognuno premiato per il proprio impegno nella promozione dei veri valori dello sport: lealtà, impegno, spirito di gruppo, sacrificio, umiltà, etica. Valori oramai desueti negli sport principali, quale il calcio, sempre più attenti agli aspetti economici rispetto a quelli etici e morali.
Sono intervenuti, tra gli altri: Maria Falbo, Assessore allo Sport della Provincia di Napoli, Carlo Silipo, campione olimpionico di pallanuoto, Mimmo Morena, Capitano ELDO Basket Napoli, Barbara Naldi, Allenatrice Carpisa Calcio Smania, Enzo Russiello, Presidente Arzano Volley Original Marines, Pasquale Panza, Presidente Phard Napoli Basket campione d’Italia, Paolo Scutellaro, Campione mondiale di vela, Guido Cucciniello, campione Italiano ed Europeo Power Lifting (cat. 67 Kg), Carlo Zazzera, Fiduciario CONI , Maria Salette Longobardo, Dirigente SMS “A. Capraro”.
La manifestazione, promossa dalla Pro Loco di Procida/UNPLI Napoli e dalla Royal Trophy di Cava de Tirreni con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport della Provincia di Napoli, è iniziata con il convegno: “I segreti delle vittorie e il ruolo di giocatori, dirigenti e tecnici: i protagonisti degli sport minori raccontano - Procida premia lo sport –“ , condotto con la consueta verve dal giornalista Domenico Ambrosino. Il rapporto tra scuola e sport, agonismo ed etica, devianza giovanile, sono stati i principali temi approfonditi dagli ospiti presenti, ognuno dei quali ha riportato la propria personale esperienza, calamitando ancor di più l’attenzione dei tanti giovani presenti nonché dei genitori che, spesso, con grande difficoltà non riescono a far capire ai loro figli l’importanza dell’istruzione scolastica qualunque sia il loro sogno nel cassetto.
L’Assessore Falbo, un esempio da imitare per la sua costante presenza tra la gente, ha sottolineato come “lo sport è scuola di vita, insegnando a conquistare ambiti traguardi attraverso il sacrificio, il rispetto delle regole, il rispetto degli avversari, stimolando, nel contempo, alla solidarietà tra compagni di squadra. Senza dimenticare la primaria funzione che assolve nella crescita dell'individuo e della collettività, nell’ambito della dimensione educativa dell'uomo, atto a compiere un processo di maturazione umana e di integrazione sociale”.Molto soddisfatto il presidente della Pro Loco, Fabrizio Borgogna, per i numerosi attestati di stima ricevuti: “Per la prima volta a Procida abbiamo dato spazio agli sport minori, i quali lontani dai riflettori della ribalta, in silenzio, svolgono un importante funzione sociale contribuendo a contrastare la devianza giovanile con attività sane e positive. Un impegno encomiabile di dirigenti e tecnici fondato prettamente su motivazioni di carattere sociale e su grandi sacrifici anche economici”.Tra gli sportivi procidani sono stati premiati:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Antonio Scotto di Marrazzo per la pallavolo, Roberto di Fraia per il taekendoo, Antonio Porta per gli importanti traguardi raggiunti nella promozione del calcio giovanile, Nicola Zeccolella e Peppe Scotto di Marrazzo per la pesistica, Francesco Lubrano Lavadera per il basket, Luigi Manzueto per il trentennale impegno nella crescita umana dei giovani attraverso il calcio, Ciro Fusco per il tennis, Antonio Scotto di Perta per la vela, Rosita Noviello ed Ausilia Scotto di Rinaldi per la danza, Sergio Mazzella per gli importanti investimenti fatti nell’ambito dell’impiantistica sportiva. Un riconoscimento speciale, infine, è stato poi attribuito all’ischitano Gianni Ferrandino per aver promosso la più originale Maratona d’Italia.
Al termine, Mister Anthony, noto artista tv, ha intrattenuto grandi e piccini con una serie di gag e battute per ogni età, mentre il ricco parterre di ospiti he degustato la famosa gastronomia locale al Ristorante “Lo Sfizicò” dei fratelli Spinelli.Il progetto, coordinato dal giornalista Massimo Sparnelli, è stato sopportato da: liquori ARGIA, GM Bar, Enoteca Peccati di Gola, Ristorante “Lo Sfizicò”, ProcidaTour, Emozioni Viaggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

  • Tre casertani positivi al tampone per il coronavirus

Torna su
CasertaNews è in caricamento