Falsa partenza per l'Albanova: 3-0 in casa con la Puteolana

Sconfitta severa per i biancazzurri di Mazziotti nell'andata della Coppa Italia

L'Albanova esce sconfitto

Falsa partenza per l'Albanova. I biancazzurri escono sconfitti all'esordio stagionale: a Trentola Ducenta è la Puteolana ad imporsi con un (forse troppo) severo 0-3 nell'andata del primo turno di coppa Italia di Eccellenza.

LA PARTITA

Mister Mazziotti deve inventare il centrocampo, privo degli squalificati Maturo e Romano; in difesa Fiorillo è indisponibile e D'Ambra non ancora utilizzabile. Il tecnico ex Monte di Procida schiera così un 3-5-2 con ben quattro under in campo, di cui un 2002 (Fedele) oltre a un 2001 (De Lucia) e due 2000 (Sagliocco e Madonna). Pronti via e l'Albanova sfiora il vantaggio: è Simonetti a trovare il varco giusto dopo 30 secondi, ma il suo diagonale si spegne sul fondo. Le premesse sembrano buone, ma l'inerzia del match cambia presto: Roghi sale in cattedra e al 3', dopo aver saltato un avversario al limite dell'area, batte Sagliocco con una puntata imprendibile.

L'Albanova prova a reagire, ma al 13' l'ex Procida si ripete: discesa sulla sinistra di Castagna, pallone dentro per Roghi che di sinistro gonfia la rete per la seconda volta. L'uno-due micidiale scuote l'Albanova, con Mazziotti che cambia assetto e passa al 4-3-3. Al 20' piove sul bagnato: Sagliocco, già in forse alla vigilia, deve dare forfait: al suo posto un altro classe 2002, ovvero Papa. I padroni di casa si rimettono in carreggiata e cominciano a produrre diverse palle gol. Al 19' è Ciano a provarci, mentre l'occasione più ghiotta arriva al 23': miracolo di Palma su Palumbo, sulla respinta volante Lepre non trova lo specchio. Al 45' un'uscita rischiosa dell'estremo difensore granata permette a De Lucia di provare il pallonetto dal limite, ma la sfera sfiora l'incrocio: si va al riposo sullo 0-2.

Nella ripresa l'Albanova riprende da dove aveva concluso, ovvero pigiando con il piede sull'acceleratore. Al 47' gran palla di Simonetti per Lepre, che si coordina con il piatto da ottima posizione ma non centra il bersaglio. Al 52' Palumbo di testa ha la chance per accorciare, ma Palma si fa trovare pronto. Il numero uno flegreo salva addirittura su una deviazione di Terracciano nella propria porta, poi è De Lucia in due circostanze (64' e 74') ad andare vicino all'1-2. Come spesso accade nel calcio, però, nel miglior momento dell'Albanova arriva la terza rete della Puteolana, e nella maniera più casuale: al 76' Puccinelli crossa dalla destra, il pallone scavalca Papa e va ad insaccarsi sul palo lontano. Nell'ultimo quarto d'ora i padroni di casa provano comunque ad accorciare con Simonetti (80') e con un doppio tentativo di Nucci e Ciano (91') su cui la difesa ospite è superlativa. Finisce così con uno 0-3 probabilmente troppo rotondo per quanto visto nell'arco dei 90': a Pozzuoli tra sette giorni servirà l'impresa.

ALBANOVA-PUTEOLANA 0-3

ALBANOVA: Sagliocco (20' Papa), Ciano, Fedele (60' Ioffredo), Madonna (62' Gallo), Esperimento, Signore, Simonetti, Folliero, Palumbo (56' Nucci), De Lucia (78' Diana), Lepre. A disp.: Riggio, Mezzacapo, Andreozzi, Diomaiuta. All.: Mazziotti

PUTEOLANA: Palma, Catalano (87' Liccardi), Bianco, D'Adamo (68' Loiacono), Roghi (85' Fammiano), Gargiulo, Rubino (83' Serrano), Guadagnuolo (70' Puccinelli), Castagna. A disp.: Caputo, Vasapollo, Esposito, Illiano. All.: Ulivi

ARBITRO: Ciccone (Nola). Assistenti: Mascolo (Castellammare), Capano (Napoli)

MARCATORI: 3' e 13' Roghi, 76' Puccinelli

NOTE: Spettatori 400 circa, di cui 150 da Pozzuoli. Recupero: 1' e 5'. Ammoniti Roghi e Loiacono (P) per gioco scorretto

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento