L'Albanova perde in casa, ma sugli spalti in mille contro le "false accuse di camorra"

Stadio pieno per l'iniziativa voluta dal presidente dopo il servizio televisivo. In campo passa l'Afragolese grazie ad un gol di Maggio nel primo tempo

I tifosi dell'Albanova hanno risposto all'appello del presidente

Si interrompe la striscia di vittorie in campionato dell'Albanova. I biancazzurri vengono superati a domicilio dall'Afragolese, che si aggiudica una partita equilibrata e combattuta grazie ad un gol di Maggio nel primo tempo. Più che sulla partita, però, oggi è opportuno porre l'accento sulla risposta del pubblico alla Giornata dell'Orgoglio Casalese, l'iniziativa voluta dal patron Giuseppe Zippo in seguito al servizio di Studio Aperto (che definiva l'Albanova come "la squadra di calcio di Sandokan, il boss dei Casalesi"): una cornice spettacolare ha gremito in ogni ordine di posto l'Angelo Scalzone. Oltre mille gli spettatori presenti, la solidarietà della nutrita tifoseria ospite, gli interventi prima del match del sindaco Renato Natale e del patron Zippo. Oggi, al di là del risultato maturato sul terreno di gioco, questo popolo ha vinto.

PRIMO TEMPO. Mazziotti deve fare a meno degli infortunati Folliero e Signore, non ancora ristabilitosi dopo il taglio alla testa rimediato a Santa Maria Capua Vetere. In difesa dal 1' ci va Pezzella. Dopo una prima fase di studio, con un tentativo per parte di Vitiello e Palumbo, al 15' l'Afragolese passa: lancio dalle retrovie per Maggio, l'attaccante rossoblù entra in area e in diagonale col mancino batte Sagliocco sul palo lontano. La reazione dell'Albanova non si fa attendere: i biancazzurri stazionano stabilmente nella metà campo avversaria, ma gli ospiti in ripartenza sanno essere pericolosi. L'occasione più ghiotta del primo tempo capita a Palumbo, dopo una bella azione orchestrata da Lepre e Ciano, ma il colpo di testa dell'ariete biancazzurro viene tolto dall'incrocio dei pali da un intervento superlativo di Pezzella.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa l'Afragolese prova a legittimare il vantaggio con due colpi di testa fuori bersaglio di Alfano (49' e 60'). I padroni di casa non mollano e ci provano in diverse circostanze, ma la difesa rossoblù fa sempre buona guardia. Finisce a 0 a 1, con l'Afragolese che scavalca proprio l'Albanova al primo posto.

ALBANOVA-AFRAGOLESE 0-1

ALBANOVA (4-3-3): Sagliocco; Ciano, Esperimento (80' Fiorillo), Pezzella, D'Ambra; De Lucia (80' Ioffredo), Maturo, Romano (46' Gatta); Lepre, Palumbo (67' Nucci), Simonetti. A disp.: Capocelli, Gallo, Improta, Domaiuta, Madonna. All.: Mazziotti

AFRAGOLESE (4-3-3): Pezzella; Ceparano, Di Finizio, Follera, Vilardi, Alfano, Pontillo, Vitiello (87' Pistone); Conte, Maggio (78' Ventola), Mansour (75' Marzullo). A disp.: Paolella, Rea, De Falco, Di Fraia, Carotenutto, Porricelli. All.: Seno

ARBITRO: Franza (Nocera Inferiore). Assistenti: Marcone e Nocera (Nocera Inferiore)

RETE: 15' Maggio

NOTE: Spettatori 1300 circa, di cui 300 provenienti da Afragola. Ammoniti Maturo, Pezzella, Romano, Gatta (AL); Alfano, Marzullo (AF)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento